Malata per colpa di mio figlio: la dura accusa di Corinne Clery

Malata per colpa di mio figlio. E’ questa una delle motivazione che l’avrebbe spinta ad allontanarsi dal figlio. Scopriamo di più.

La Clery non fa mistero delle frequenti liti e delle tensioni che hanno caratterizzato il rapporto con suo figlio. In base ai suoi racconti sarebbe stata proprio questa costante tensione a incrinare sempre di più il loro legame.

Da quasi cinque anni i due non si sentono più, ma l’attrice non sembra esserne affatto dispiaciuta. Scopriamo meglio cosa è successo.

Malata per colpa di mio figlio: ecco tutto quello che c’è da sapere di Corinne Clery e Alexander Wayaffe

Il figlio Alexandre è il frutto del suo matrimonio con l’attore Hubert Wayaffe. Una situazione difficile e insostenibile che l’avrebbe fatta soffrire al punto da prendere l’amara decisione. “Sono 4 anni che non ci sentiamo ma di certo non mi manca“, ha dichiarato durante un’intervista.

Leggi anche -> Alexandre Wayaffe, chi è il figlio di Corinne Clery: età, liti, lavoro

In base alle sue parole, il suo trasferimento in campagna avrebbe influito ulteriormente sul loro rapporto. “Voleva essere il mio padrone, voleva darmi cose da fare, voleva controllarmi […] Sono successe delle cose brutte e l’ho buttato fuori. Ora sono due anni che non ci sentiamo mai, neanche per i compleanni o per Natale. Mio figlio non mi manca”. Parole dure che fanno ben capire le difficoltà del loro rapporto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cancellarlo dalla sua vita è sembrata l’unica soluzione possibile all’attrice francese. A giovarne sarebbe stata anche la sua salute. “Mi si gonfiava improvvisamente la faccia e il collo e dovevo prendere il cortisone. Un giorno per una banale lite con lui sono venute fuori delle cose che mi hanno fatto dire: ‘Basta, ognuno per la sua strada’. Dopo una settimana era guarita”.

Leggi anche -> Angelo Costabile: chi è l’attore ex fidanzato di Corinne Clery

Ora che sta meglio non sembra avere rimpianti. Suo figlio sarebbe un capitolo chiuso: l’attrice guarda avanti e non ha intenzione di tornare indietro.