Luigi Cerreto e Alessandro Sabatino, chi erano i due giovani morti a Siracusa

Sono passati 7 anni da quando Alessandro Sabatino, 40 anni e Luigi Cerreto, 23 anni, entrambi casertani, scomparvero nel nulla a Siracusa. Ecco la loro storia. 

Il caso di Luigi Cerreto e Alessandro Sabatino, i giovani scomparsi sette anni fa da Siracusa, i cui resti sono stati ritrovati nel giardino della villa dove lavoravano, è al centro del nuovo appuntamento con “Chi l’ha visto?”, in onda oggi, mercoledì 24 febbraio, dalle 21.20 su Rai 3. Ripercorriamo la drammatica vicenda.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Ritratto di Luigi Cerreto e Alessandro Sabatino

Era il 12 maggio 2014 quando Alessandro Sabatino, 40 anni, e Luigi Cerreto, 23 anni, entrambi casertani, scomparvero nel nulla a Siracusa. Da allora non sono stati mai più trovati, né vivi né morti. I due si erano trasferiti in Sicilia dove avevano trovato lavoro come badanti presso l’abitazione di un anziano. Ma le loro famiglie non si danno pace e hanno fatto di tutto perché le ricerche andassero avanti.

Il 17 febbraio 2021 scorso il colpo di scena con l’agghiacciante ritrovamento dei corpi di due uomini compatibili con quelli di Alessandro e Luigi, avvolti in un lenzuolo e rinchiusi in un sacco di plastica in un pozzo all’interno di una villetta abbandonata vicina a quella in cui lavoravano.

Leggi anche –> Alessandro Sabatino e Luigi Cerreto spariti: “I corpi in un pozzo”

Per l’omicidio è ora indagato il datore di lavoro Giampiero Riccioli, arrestato mentre cercava di scappare con una parrucca in testa. Ospiti nello studio di “Chi l’ha visto?” i familiari di Luigi e Alessandro e in esclusiva l’intervista al presunto omicida prima del fermo. Secondo le ipotesi investigative ci sarebbero stati forti dissapori tra i due badanti e il loro datore di lavoro. In particolare, i due casertani avrebbero discusso più volte animatamente con Riccioli perché avrebbero notato vari maltrattamenti a danno dell’anziano che sarebbe stato lasciato senza farmaci, pur disponendo di una cospicua pensione che gestiva il figlio.

Leggi anche –> Daniele De Filippi, chi è il giovane scomparso a Trieste