Parco Verde di Caivano, arrestato fidanzato trans di ragazza uccisa

Scattano le manette per il compagno trans di Maria Paola Gaglione, uccisa inavvertitamente dal fratello mesi fa. Il blitz al Parco Verde di Caivano.

Droga Parco Verde di Caivano
Arresti per droga al Parco Verde di Caivano Foto dal web

Parco Verde di Caivano ancora teatro di controversi avvenimenti. Ciro Migliore, che nei mesi scorsi aveva urlato tutto il proprio dolore per la morte della fidanzata Maria Paola Gaglione, risulta tra le 40 persone arrestate per droga a seguito di una retata dei carabinieri del Comando Provinciale di Napoli. Lui è il trans la cui relazione con la povera Maria Paola era osteggiata da tanti.

Leggi anche –> Maria Paola | il fidanzato | ‘Avrei voluto morire al posto suo’ | FOTO

In particolare dal fratello di quest’ultima, che speronò il motorino con a bordo la coppia causando la morte atroce della sorella. La giovane finì con il recidersi la gola su di un tubo di ferro sporgente, ai lati della carreggiata. In totale ci sono 55 misure di custodia cautelare disposte dal Tribunale di Napoli Nord, con le accuse di spaccio e cessione di sostanze stupefacenti e detenzione e possesso illegale di armi da fuoco. Riscontrati anche i reati di furto, rapina e procurata evasione di un individuo sottoposto agli arresti domiciliari. Sono in 24 ad essere finiti direttamente in carcere, mentre altri 16 sono in stato di fermo nelle rispettive abitazioni. Per altri 15 invece c’è l’obbligo di firma.

Leggi anche –> Bambino ucciso, orrori al Parco Verde: accuse alla madre Marianna Fabozzi

Parco Verde di Caivano, Ciro Migliore direttamente in cella

Il blitz che vede coinvolto Ciro Migliore (lui finito in carcere) è scattato al famigerato Parco Verde di Caivano, dove in passato sono emersi episodi di pedofilia oltre che della morte di due bambini. Tale zona residenziale è anche base di tanti spacciatori che arrivano anche da fuori regione. Venivano usati come corrieri della droga degli individui incensurati e spesse volte molto giovani. Diverse le situazioni in cui tale compito era affidato a dei minorenni, che agivano comunque portando su di loro delle dosi minime di droga.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Orrori del Parco Verde: arrestata Marianna Fabozzi

Questo allo scopo di non destare sospetti. Nei confronti di Migliore vige proprio l’accusa di spaccio, con diverse situazioni confermate nelle quali gli inquirenti hanno attestato una sua partecipazione attiva nella cessione di sostanze stupefacenti. Sia lui e la sua famiglia che quella della sua defunta fidanzata risiedono proprio al Parco Verde a Caivano.