Donald Trump, guadagnati 1,6 miliardi di dollari durante la presidenza

Sembrerebbe che Donald Trump abbia guadagnato una cifra che si aggira intorno ad 1,6 miliardi di dollari durante i 4 anni di presidenza.

Arrivano da fonti esterne informazioni inerenti alla cifra che l’oramai ex presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, avrebbe guadagnato durante i suoi 4 anni di presidenza. La notizia si sta diffondendo sempre di più, lasciando l’intero mondo a bocca spalancata. L’importo shock ammonterebbe infatti a circa 1,6 miliardi di dollari. Leggiamo insieme qualche dettaglio in più in merito alla faccenda.

Leggi anche->Che cosa è successo a Washington: che ruolo ha avuto Donald Trump

Trump ha guadagnato circa 1.600.000.000 dollari durante i suoi quattro anni come presidente degli USA. L’associazione investigativa CREW ha esaminato e lavorato sulle finanze dell’ex presidente, rilevando tra il 2016 e il 2020 almeno 1.613.583.013 dollari di entrate alla Trump Organization. L’uomo, pur avendo dato in donazione lo stipendio ufficiale da presidente, si è ritrovato comunque tra le mani un capitale piuttosto redditizio nell’arco di soltanto quattro anni di tempo.

Leggi anche->L’arma segreta di Donald Trump per “ipnotizzare” chi gli sta intorno

L’associazione CREW ha stilato anche un bilancio relativo alle entrate del 2020, scoprendo che le imprese di Trump sono riuscite a rastrellare un reddito a dieci cifre nonostante il calo dovuto al Coronavirus e alla relativa pandemia. Le fonti hanno inoltre rivelato che le dichiarazioni non sono particolarmente trasparenti, e che risultano un po’ vaghe.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Donald Trump: le dichiarazioni dei redditi in mano alla procura di New York

Secondo alcune fonti esterne, pare proprio che l’ex presidente degli USA abbia incassato circa 1,6 miliardi di dollari durante i suoi 4 anni di presidenza. All’inizio del mese l’associazione CREW ha scoperto che Donald Trump, il genero Jared Kushner, e la figlia Ivanka Trump hanno riportato tra i 172 e i 640 milioni di dollari di reddito tra il 2016 e la fine del 2020. Il tutto è avvenuto nonostante il calo registrato in seguito allo scoppio della pandemia. La maggior parte delle entrate proveniva dalle proprietà più famose di Trump, come il Mar-a-Lago, il Trump International Hotel a Washington DC, il campo da golf in Florida, Bedminster nel New Jersey e il Trump National in Virginia.

La Corte Suprema degli Stati Uniti, un giorno prima che il rapporto diventasse di dominio pubblico, ha ordinato che la dichiarazione dei redditi di Trump fosse consegnata alla Procura di New York, in quanto necessaria un’indagine accurata di tipo penale sui suoi affari finanziari. I riflettori sono dunque tutti puntati sull’ex presidente e sugli esiti delle indagini.