Cristiano Ronaldo e Georgina distrutti: “Un mese in terapia intensiva”

Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez hanno il cuore spezzato perché il loro gatto Pepe è stato investito da un’auto.

(Emilio Andreoli/Getty Images)

Il gatto di Cristiano Ronaldo da circa 3mila euro di valore è stato vicino alla morte dopo essere stato investito da un’auto. Pepe è stato investito dopo essere fuggito dalla lussuosa casa torinese che l’ex star del Real Madrid condivide con la sua splendida ragazza. La modella e influencer Georgina Rodriguez ha parlato dell’angoscia della sua famiglia quando ha rivelato quanto accaduto al felino.

Leggi anche –> Cristiano Ronaldo Georgina, DPCM violato per andare a sciare VIDEO

L’animale, dopo oltre un mese di terapia intensiva in Spagna, adesso sta meglio e si trova dalla sorella di Georgina, Ivana, dove sta passando il periodo di convalescenza. La modella e il gatto, nelle scorse ore, avrebbero viaggiato sul jet privato del calciatore a Madrid per continuare la sua riabilitazione.

Leggi anche –> Georgina Rodriguez compie 27 anni: come ha conosciuto Cristiano Ronaldo, la verità

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Come sta il gatto di Cristiano Ronaldo e Georgina dopo l’investimento

Il gatto Pepe è diventato parte della loro famiglia poco più di due anni fa ed è rapidamente diventato anche una star dei social network di Ronaldo e la compagnia. Ha trascorso vacanze di lusso con loro e potuto provare il Gulfstream G200 di Cristiano Ronaldo molto prima del suo terribile incidente. Addirittura, nei mesi scorsi, Georgina ha scatenato le voci di una gravidanza vestendo il gatto da bambino e scattando una foto mentre questo veniva baciato dal figlio di tre anni di Cristiano, Mateo.

Anche la notizia dell’investimento del gatto è stata resa pubblica da Georgina Rodriguez, in un’intervista allo spagnolo In Style: “Pepe ci ha spaventato terribilmente. È scappato di casa ed è stato investito. Era vicino alla morte e dopo un mese e mezzo in terapia intensiva dal veterinario, abbiamo deciso che mia sorella Ivana dovrebbe occuparsene. Pepe è ora in Spagna in ripresa”. Ha spiegato anche la difficoltà di far capire quanto stesse accadendo ai figli: “I più piccoli non capivano che Pepe fosse malato e volevano giocare con lui. Adesso è nelle migliori mani”.