Striscia la Notizia, paura per l’inviata: ecco cosa le hanno fatto

L’inviata di Striscia la Notizia Rajae Bezzaz e la sua troupe sono stati aggrediti a Roma durante un nuovo capitolo dell’inchiesta sul blocco degli sfratti. 

Ancora un’aggressione ai danni degli inviati di Striscia la Notizia. Dopo Vittorio Brumotti, picchiato brutalmente a Brescia, ora è la volta di Rajae Bezzaz, 31 anni ed ex concorrente del Grande Fratello. Mentre filmava con la sua troupe a Roma un nuovo capitolo dell’inchiesta su blocco degli sfratti e morosità è stata vittima di botte e insulti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

I servizi “scomodi” di Striscia la Notizia

Rajae Bezzaz stava documentando come il prolungamento causa Covid del blocco degli sfratti non tuteli i proprietari e permetta invece ad alcuni affittuari “furbetti” di approfittarsene ingiustamente. È il caso di un gestore di diverse pizzerie che da ormai più di un anno non paga l’affitto. Il proprietario di un immobile in zona San Basilio, esasperato da questa situazione, si è rivolto a Striscia, ma l’accoglienza riservata a Rajae dall’inquilino moroso è stata tutt’altro che benevola.

Leggi anche –> Striscia la notizia, inchiesta choc su farmaco anti-Covid non autorizzato

Inizialmente il tizio è scappato e Rajae e i suoi collaboratori hanno provato a inseguirlo. Poi sono sbucati fuori due suoi amici che hanno aggredito la troupe distruggendo telecamera e microfono e tirando un pugno in faccia all’operatore. Striscia la Notizia ha mandato in onda il servizio integrale nella puntata di oggi lunedì 22 febbraio, e ha annunciato che sporgerà denuncia per i danni subiti. A Rajae Bezzaz, inviata di Striscia dal 2015, nata in Libia da padre berbero e madre marocchina e arrivata in Italia, a Bologna, nel 1998, resta la paura mista a incredulità e amarezza per la bruttissima esperienza vissuta.

Leggi anche –> Antonio Conte non accetta il tapiro di Striscia la Notizia, reazione furibonda