Gessica Staffolani, la giovane vittima di un tragico incidente in moto

Addio a Gessica Staffolani, la giovane vittima di un tragico incidente in moto: l’operaia aveva solo 34 anni, il suo dramma.

(Facebook)

Dramma sulle strade marchigiane, a sud del capoluogo Ancona: la vittima di un tragico incidente stradale si chiama Gessica Staffolani ed è un’operaia di 34 anni della zona. Lo schianto che le è costato la vita è avvenuto in via Jesina, a Castelfidardo. Originaria di Sirolo ma residente da anni a Castelfidardo, la giovane in sella alla sua moto è morta sul colpo.

Leggi anche –> Rossella Placati, chi era la donna uccisa a Bondeno: nuovo delitto in provincia

L’ennesima vittima della strada in una ditta di Osimo Stazione e viveva con il suo fidanzato appunto a Castelfidardo. Era una grandissima amante delle due ruote e in queste ore sono tantissimi i messaggi di cordoglio. Tanti che hanno condiviso con lei questa passione sono davvero senza parole per l’accaduto.

Leggi anche –> Deborah Saltori: il dramma della donna uccisa dall’ex a colpi di accetta

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il dolore per la morte di Gessica Staffolani: tanti i messaggi di cordoglio

Gessica Staffolani era in sella alla sua Yamaha che è andata a impattare contro una Renault Clio guidata da una donna di Osimo di 36 anni. Nello schianto, per la giovane non c’è stato nulla da fare. Tra i primi a porgere il proprio cordoglio per la giovane vittima della strada, c’è stato il sindaco di Sirolo, Filippo Moschella, che ha voluto ricordare la sua concittadina, morta in maniera davvero tragica. Sul luogo della tragedia, sia i militari dell’Arma dei Carabinieri che mezzi e uomini del Suem 118, che hanno solo potuto constatare il decesso della donna.

Inevitabile, secondo quanto è stato possibile stabilire, è stato per la 36enne di Osimo l’impatto con la moto guidata dalla vittima. Un’amica di Gessica Staffolani le ha dedicato queste drammatiche parole: “Tu hai deciso di fare le cose in grande, hai deciso di guardare alle stelle e ci hai lasciato con un palmo di naso. Brilla meraviglia, brilla sempre come soltanto tu sai fare, dona al mondo il tuo sorriso e tutta la voglia di vivere che ti ha reso speciale. Abbiamo ancora quel caffè in sospeso, non te ne dimenticare”.

coma etilico minorenni