Perché Patty Pravo viene definita la Yoko Ono dei Pooh: cosa ha fatto

Patty Pravo è sempre stata un’artista controversa spesso al centro di polemiche, e famosissima è quella coi Pooh.

Patty Pravo come Yoko ONo

La ragazza del Piper, meglio nota a tutti quanti come Patty Pravo (Venezia, 1948) calca le scene italiane dagli anni ’60. Donna particolare sotto ogni aspetto, si è sempre contraddistinta per la sua peculiarità e il suo anticonformismo. Innamorata dell’amore e di quella forza trainante che porta con sé, si è sposata 5 volte e ha avuto diverse relazioni fuori dal talamo nuziale (per i canoni italiani). Tra tutte le sue storie d’amore, forse la più chiacchierata fu quella con l’ex membro dei Pooh, Riccardo Fogli. Forte delle sue idee artistiche, la magnetica Diva è stata anche definita la Yoko Ono della band bolognese nata nel 1966.

Leggi anche –> Riccardo Fogli mi ha tradita 10mila volte, la rivelazione choc di Viola Valentino

Patty Pravo come Yoko Ono, ma perché?

Il nome di Yoko Ono è stato associato a quello di Patty Pravo proprio a causa di ciò che le due donne comportarono per due band importantissime della storia della musica. Infatti, come Yoko Ono aveva una relazione con John Lennon, così Patty Pravo negli anni ’70 si innamorò di Riccardo Fogli. E proprio come l’artista giapponese è stata la pietra dello scandalo per la separazione di John Lennon dai Beatles, allo stesso modo la Pravo è stata la motivazione principe che ha portato Riccardo Fogli ad abbandonare i Pooh. Tuttavia, riguardo il suo abbandono della band, il cantautore di Pontedera non ha tirato fuori la sua relazione con la Diva. Anzi, in un’intervista ha dichiarato: “Non stavo più bene, mi sentivo male da un punto di vista fisico. […] Tuttavia io mi allontanai gradualmente, dopo aver insegnato a Red le parti bassistiche. Fu un divorzio molto civile ma per me molto doloroso. Come lasciare dei fratelli maggiori cui ero legatissimo. Dovetti ricominciare daccapo, imparare a scrivere canzoni, costruire un mio repertorio. Internazionale. E, a fatica, ci sono riuscito: accendete oggi una radio in Russia e sentite sicuramente Malinconia o Storie di tutti i giorni”. Successivamente, alla domanda sul coinvolgimento della Pravo, ha aggiunto: “Per Patty avevo lasciato mia moglie, la cantante Viola Valentino, figurati se non lasciavo i Pooh“.

Leggi anche –> Antonella Clerici, mai vista conciata così: sorpresa sui social

Patty Pravo