Pasqua, le tradizioni nel mondo

Campionati di uova, falò e manifestazioni. Ecco le tradizioni di Pasqua nel mondo.

 

Per molti Pasqua è sinonimo di comunione. In tutto il mondo, o quasi, ci si raduna in famiglia, si mangia bene e si conclude il pranzo con un’abbuffata di uova di cioccolato. Vi sorprenderà sapere che nel mondo vi sono moltissime tradizioni di Pasqua molto diverse e  particolari.

  • Pasqua nel mondo: le tradizioni più particolari
  • Svezia: dolcetto o scherzetto?
  • In Germania piovono uova dal cielo
  • Un falò di buon auspicio in Finlandia
  • Campionato di uova decorate in Romania
  • I diavoli di Salvador
  • Omelette gigante in Francia
  • Siviglia e la Settimana Santa

Pasqua nel mondo: le tradizioni più particolari

La Pasqua è una delle feste della religione cristiana più importanti ed è celebrata in molti Paesi del mondo. Una delle particolarità di questa festa è che le tradizioni cambiano da Paese in Paese.

In molti Paesi del nord Europa, per esempio, la Pasqua è celebrata in comunione con l’arrivo della primavera e le tradizioni cristiane si fondono con i riti pagani.

Ti potrebbe interessare>>> Quando cade Pasqua ed altre informazioni utili

Svezia: dolcetto o scherzetto?

Lo "smörgåsbord" pasqua tradizioni mondo
Lo “smörgåsbord” (pixabay)

La tradizione svedese ricorda un po’ il rito di Halloween del Nord America e al tempo stesso la befana. In Svezia, infatti, i piccoli si vestono da streghe chiamate Påskkärringar, si dipingono il volto e muniti di scopa vanno a bussare alle porte dei vicini chiedendo un po’ di cioccolata o caramelle.

Gli svedesi, inoltre, decorano le case con rami di betulla o salice e mangiano il tradizionale smörgåsbord, un buffet composto da varie pietanze: il salmone, l’aringa, le patate, le polpette, le salsicce e le uova.

In Germania piovono uova dal cielo

L'Osterstrauch tedesco Pasqua tradizioni mondo
L’Osterstrauch tedesco

I tedeschi aprono le celebrazioni di Pasqua con il giovedì santo, chiamato Gründonnerstag e durante questa giornata di festa è tradizione mangiare solo pietanze di colore verde. Il piatto tipico è chiamato “la zuppa alle sette erbe” ed è composto da spinaci, porro verde, prezzemolo, erba cipollina, acetosa, crescione e dente di leone. Per dolce non troverete le classiche uova di cioccolato, ma l’Osterlamm, una torta dolce a forma di agnello con sopra una bella spolverata di zucchero a velo e tradizionalmente cotto nell’argilla.

I tedeschi adorano le uova di Pasqua, ma le loro uova sono molto diverse da quelle a cui siamo abituati noi. In Germania si decorano le uova creando delle vere e proprie opere d’arte e si appendono agli alberi pasquali chiamati Osterstrauch. Questi alberi colorano le strade di tutta la Germania e annunciano l’arrivo della primavera.

Un falò di buon auspicio in Finlandia

Un antica tradizione finlandese è legata al fuoco e agli spiriti maligni. I finlandesi infatti credono che il sabato prima di Pasqua gli spiriti maligni vaghino liberamente in giro per le città, per questo motivo poco prima di Pasqua accendono dei giganteschi falò per scacciare il maligno. La domenica i più piccoli invece vanno alla ricerca delle uova di cioccolato che i membri della famiglia e i genitori hanno nascosto in giro per tutta la casa.

Un’altra tradizione Made in Finland è il mämmi, un dolce finlandese a base di acqua, malto di segale in polvere, farina di segale e buccia di arancia. La preparazione di questo dessert dura ore e deve essere conservato in frigo per almeno tre giorni prima di essere servito a tavola.

Campionato di uova decorate in Romania

C’è chi le uova le appende agli alberi e c’è chi con le uova si sfida in un grande campionato in famiglia. La Battaglia delle uova è una delle tradizioni più sentite in Romania e tutti gli esponenti della famiglia devono tassativamente partecipare allo scontro. Il gioco si basa sul colpire due uova sode una contro l’altra, l’uovo con la superficie più resistente e dura vince, il perdente deve mangiarsi le uova che vengono distrutte.

A proposito di uova, il mattino di Pasqua è tradizione lavarsi la faccia con l’acqua in cui sono stati messi a mollo una moneta d’argento e un uovo dipinto di rosso. La moneta è simbolo di purezza mentre l’uovo decorato di colore rosso simbolizza la salute.

I diavoli di Salvador

In Salvador, precisamente nella località di Texistepeque, vi è una tradizione molto particolare legata ai rigorosi riti cattolici e ai riti dell’influenza indigena.

Uomini chiamati talciguines e vestiti da diavoli vanno in giro per la città e frustano gli spettatori che incontrano lungo il loro cammino. Questa battaglia simboleggia per loro la lotta che affronta Gesù Cristo contro la tentazione. Alla fine della processione i talciguines incontrano Gesù e si inginocchiano a terra in segno di sottomissione. Questi uomini vestiti da diavoli rimangono molte ore sotto il sole cocente e i familiari lanciano loro dell’acqua per evitare che si sentano male.

Omelette gigante in Francia

Ad Haux, una piccola città vicino a Bordeaux, si festeggia in grande. Ogni lunedì di Pasqua viene cucinata una gigantesca frittata nel centro della città. La frittata è fatta con ben 4500 uova e viene offerta a circa 1000 persone.
Questo evento molto particolare risale, secondo la leggenda, al periodo di Napoleone. Pare proprio che l’imperatore si sia fermato ad Haux con i suoi fedeli soldati e i cittadini della piccola Haux gli prepararono delle squisite omelette. Napoleone ordinò quindi di preparare un’enorme frittata che avrebbe nutrito tutto l’esercito.

Siviglia e la Settimana Santa

I Nazareni di Siviglia pasqua tradizioni mondo
I Nazareni di Siviglia

E’ il XVII secolo quando nascono le celebrazioni della Semana Santa di Siviglia. La tradizione vuole che durante la settimana che precede la Pasqua, i membri delle sessanta confraternite di Siviglia scendono in strada con meravigliose processioni. Le processioni partono dalle chiese più piccole per terminare alla meravigliosa Cattedrale di Siviglia. Durante questi splendidi cortei i confratelli portano effigie che rappresentano la figura di Gesù: la Passione, la Morte o la Resurrezione.

Le figure più importanti e caratteristiche di questo evento sono i Nazareni che portano i ceri ed indossano il costume della tradizione con il cappuccio tipicamente bianco a punta e i Penitenti che, scalzi, trascinano le croci.