Nasceva oggi Massimo Troisi, perché è morto così presto: i problemi al cuore

Nasceva il 19 febbraio del 1953 Massimo Troisi: perché l’amato attore è morto a soli 41 anni, i problemi di salute.

Massimo Troisi oggi avrebbe compiuto 68 anni. L’attore campano capace di lasciare un segno indelebile nel mondo dello spettacolo e del cinema italiano è infatti morto a soli 41 anni, il 4 giugno 1994, poche ore dopo la fine delle riprese del suo ultimo film, quello che lo ha reso un’icona immortale: Il Postino. A portarlo via anzitempo è stato uno scompenso cardiaco, ultimo attacco di un cuore malandato che lo ha tormentato sin da quando era solamente un bambino.

Sebbene non amasse parlarne, era noto a tutti che Massimo soffriva sin dall’infanzia di febbre reumatica e che ancora adolescente aveva subito una degenerazione della valvola mitriale che ne aveva messo a rischio la sopravvivenza. Proprio il problema alla valvola cardiaca lo obbligò a 24 anni a sottoporsi ad un primo intervento cardiaco finalizzato all’implementazione di una valvola metallica. Questa soluzione gli permise di sopravvivere, ma il suo stato di salute rimase fragile per tutto il resto della vita.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Massimo Troisi, l’operazione a Houston e le riprese de Il Postino

Nel 1993 Massimo Troisi si è recato negli Stati Uniti, in un ospedale di Houston all’avanguardia sui problemi cardiaci e negli interventi al cuore. I medici gli avevano detto che era necessaria un’operazione di sostituzione delle valvole cardiache (entrambe deteriorate) che in teoria gli avrebbe dovuto consentire di vivere meglio. L’operazione, però, non è andata come sperato: nel corso dell’intervento Massimo ha avuto un infarto ed è stato salvato per un miracolo dai medici.

Leggi anche ->Francesca Romana Elisei, la giornalista di Titolo V non è laureata: vita privata e carriera

Quando si è ripreso è rimasto sotto osservazione per un mese e mezzo e i medici gli hanno detto che era necessario un trapianto di cuore poiché quello suo prima o poi avrebbe cessato di funzionare. Con grande sorpresa di tutti, Massimo decise di ultimare le riprese de Il Postino senza attendere il trapianto. L’attore voleva completare quel lavoro prima, ma ben presto le sue condizioni di salute si sono deteriorate al punto da costringerlo a ricorrere ad una controfigura per le scene più faticose.

Leggi anche ->Massimo Troisi, la morte annunciata: i gravi problemi cardiaci

L’attore riuscì nell’intento di ultimare le riprese, ma non arrivò mai a vedere il risultato nelle sale cinematografiche. Massimo Troisi è morto poco dopo aver ultimato le riprese, a causa di un arresto cardiaco. Il suo corpo è stato sepolto nel cimitero di San Giorgio a Cremano, vicino alle tombe dei due genitori.