Scuola, maestra licenziata sarà risarcita: condannate direttrice e una mamma

Maestra licenziata per le foto hard rese pubbliche: condannate la direttrice e una mamma. La giovane sarà risarcita

WhatsApp- foto dal web

Arriva la decisione del tribunale di Torino per una vicenda che aveva scosso il mondo della scuola, e non solo. Sono arrivate due condanne e la maestra sarà risarcita. Il tutto partì dal fatto che la maestra d’asilo aveva chiuso la sua storia e il suo ex compagno aveva pubblicato delle foto hard dei due immortalati in intimità sul gruppo whatsapp degli amici di calcetto. Una mamma aveva riconosciuto la maestra dalle foto che sono arrivate anche a lei ed ha deciso di affrontare la maestra consigliandole di non denunciare il ragazzo altrimenti si sarebbe rivolta alla direttrice scolastica. La maestra non ha ascoltato la mamma e si è ricolta alle autorità competenti per sporgere denuncia. La direttrice, venuta a conoscenza del tutto, ha deciso poi di licenziare la maestra per salvaguardare l’immagine della scuola.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Maestra licenziata sarà risarcita

La giovane ragazza si è trovata, così, a subire una doppia violenza senza che ne avesse colpe. Oggi, però, dal tribunale di Torino è stata fatta giustizia. La giovane sarà risarcita e sono arrivate le condanne per la mamma e per la direttrice scolastica. La dirigente scolastica era accusata di violenza privata e diffamazione, la mamma di tentata violenza privata e violazione del codice sulla privacy. Una vicenda che mette luce su una problematica legata ai tempi dei social. Il ricatto e la violenza che le donne subiscono per effetto di pubblicazioni di contenuti intimi che spesso provoca delle conseguenze anche estreme.

Leggi anche > Omicidio Formia, coetaneo ai domiciliari

Non sono pochi i casi di ragazze che hanno addirittura pensato al suicidio per la vergogna, per una dignità violata da un gesto, da una bravata, da un rispetto violato in modo eccessivo. E’ una delle tante piaghe moderne al tempo dei social.

Leggi anche > Tik Tok, nuova morte sospetta

Scuola – foto viagginews