Varianti Covid, idea Zone Rosse allargate: di cosa si tratta

Varianti Covid, si pensa alla soluzione Zone rosse allargate; cosa sono e quali sono i comuni che rischiano maggiormente

zona rossa Natale
Restrizioni FOTO Getty Images

La varianti stanno preoccupando sempre di più l’Italia. Dopo le prime ondate partite dal Regno Unito qualche mese fa, man mano si sono spostate in Francia dove sono stati numerosi i focolai nel mese scorso. Adesso è l’Italia a rischiare di trovarsi preda delle varianti del Covid-19. Il rischio è di trovarsi come il Regno Unito; uno scoppio di casi dovuti alle varianti nel pieno della programmazione vaccinale. Intanto, molti scienziati parlano di un lockdown totale per due settimane. L’idea, tuttavia, appare poco praticabile sia sotto il profilo economico che psicologico. Si pensa, così, a Zone Rosse localizzate nei comuni dove scoppiano focolai da varianti Covid, in modo da controllarne la diffusione. E’ ciò che sta accadendo da qualche settimana in Umbria, Abruzzo, Alto Adige e Lombardia. Qui sono stati isolati i comuni di Pescara, Chieti, Perugia, Bolzano, ma l’idea su cui si lavora è un’altra.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Varianti Covid, l’idea di allargare le Zone Rosse

Si sta pensando seriamente a prevedere Zone Rosse allargate. Si tratta in sostanza di estendere le zone rosse ai comuni9 limitrofi a quelli nei quali sono scoppiati i focolai. Un modo per frenare al meglio la diffusione della variante, senza tuttavia compromettere l’economia dell’intera regione. Intanto le zone rosse attuali riguardano: i comuni lombardi di Viggiù (Varese), Mede (Pavia), Castrezzato (Brescia) e Bollate (Milano) come quello di Perugia in Umbria e quello di Chieti e Pescara in Abruzzo, Ancona, e Bolzano.

Leggi anche > Vaccini, l’esperto difende AstraZeneca: “Non è di serie B”

In sostanza a questi comuni si applicherebbe la chiusura anche di quelli limitrofi alle comunità sotto l’attacco della variante. Intanto i dati dicono che l’incidenza della variante inglese nei nuovi contagi è salita al 18%. Continua a crescere questa percentuale nonostante la curva generale dei contagi in Italia resti più o meno costante.

Leggi anche > AstraZeneca, ecco le prime dosi: i destinatari

Coprifuoco Capodanno Boccia
Coprifuoco FOTO Getty Images