Sgarbi Draghi, no alla fiducia per colpa di un vocabolo

Critiche Vittorio Sgarbi Draghi, il deputato ed esperto di arte contesta il nuovo presidente del Consiglio per un motivo alquanto originale.

sgarbi draghi no fiducia
Sgarbi Draghi no alla fiducia dal deputato e critico d’arte Foto dal web

Sgarbi Draghi, il primo attacca il secondo, appena insidiatosi all’interno di Palazzo Chigi. Il critico d’arte, che è anche deputato del Gruppo Misto per ‘Alleanza di Centro’ di Francesco Pionati, si mostra subito ostile nei confronti del nuovo presidente del Consiglio. Il critico d’arte, opinionista e noto personaggio televisivo, giustifica anche il suo annunciato no alla fiducia analizzando il discorso in Senato fatto dall’ex governatore di Bankitalia ed ex presidente della Banca Centrale Europea.

Leggi anche –> Scuola, con Draghi cambia tutto: cosa accadrà nei prossimi mesi

“Alle cose condivisibili e comunque alquanto generiche che ha detto, il presidente Draghi ha mostrato anche una più che contestabile propensione a rendersi accomodante alla moda del momento. Prova ne è il suo frequente ricorso al termine ‘resilienza’. Una cosa, a mio modo di vedere, non tollerabile. Ha esclamato questa abusatissima parola per dieci volte, mi ha proprio fatto cadere le braccia”. Essendo un uomo di cultura, Sgarbi riesce a notare cose e situazioni che ad altri non dotati evidentemente della sua stessa arguzia sfuggono.

Leggi anche –> Mario Draghi, la gaffe al Senato: 2 milioni di persone in terapia intensiva

Sgarbi Draghi, il deputato del Gruppo Misto contesta il nuovo premier

Ma ci sono altri fattori che portano allo scontro Sgarbi Draghi, con il buon Vittorio che non reputa una manovra seria l’avere istituito il Ministero della Transizione Ecologica. Il quale avrà il compito di curare le riforme tali da garantire l’attuazione di politiche ecosostenibili. Come la stessa Unione Europea sollecita per avere accesso ai fondi del Next Generation Eu. Si tratta solo di un ricatto di Beppe Grillo, secondo Sgarbi, al quale Draghi ha ceduto.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Vittorio Sgarbi, chi sono i figli Alba, Evelina e Carlo: la loro storia

“Niente fiducia, il nuovo premier non la merita dopo avere detto ‘resilienza’ per dieci volte”. Ma non è la prima volta che il 68enne originario di Ferrara si mostra ostile al nuovo esecutivo. Ciò a causa delle conferme dei vari Di Maio, Franceschini e Speranza e del fatto che il nuovo governo sarebbe a suo dire un tentativo di accontentare tutte le parti politiche chiamate a parteciparvi.