Voto di fiducia al Governo Draghi: come funziona, qual è l’iter in Parlamento

Oggi intorno alle 10 Mario Draghi pronuncerà il suo discorso nell’aula del Senato e si voterà per la fiducia al nuovo governo. Ecco cosa sta succedendo.

Giornata importante per il Paese quella di oggi, 17 febbraio, in cui il nuovo premier Mario Draghi, che ha sostituito il governo di Giuseppe Conte, pronuncerà il suo discorso in cui verrà delineata la strategia programatica del nuovo esecutivo. Il discorso avverrà oggi intorno alle 10 del mattino a Palazzo Madama e di nuovo giovedì, questa volta a Montecitorio. Mario Draghi dovrà ottenere il voto di fiducia, come funziona?

Come funziona il voto di fiducia al Governo

Proprio in occasione del voto di fiducia, è nata in Parlamento un’allenza tra chi sosteneva il governo Conte e ora darà il suo appoggio a Draghi, PdMovimento 5 Stelle Liberi e Uguali. Questo anche per creare un’opposizione alle forze di destra, Fratelli D’Italia Lega. Il premier uscente Conte ha apprezzato e l’ha definita “iniziativa giusta per valorizzare il lavoro comune già svolto.”

Leggi anche–> Il piano di Draghi: zone rosse mirate, vaccinazioni in caserme e palestre

Ma come funziona il voto di fiducia e in che occasione serve? Il voto di fiducia è sancito, nella nostra Costitutìzione, dall’articolo 94. E’ necessario ogni volta che viene formato un nuovo esecutivo ed è espressione del sostegno da parte del Parlamento alla figura incaricata alla Presidenza del Consiglio; Mario Draghi, nel nostro caso. Il voto deve essere espresso entro dieci giorni dalla nomina del premier ed è necessario affinché il nuovo esecutivo possa assumere i pieni poteri che gli spettano.

Leggi anche–> Governo Draghi, la lista dei ministri: chi sono i componenti dell’esecutivo

La fiducia a Mario Draghi da parte del Parlamento si voterà nella giornata di oggi 17 febbraio, in seguito al discorso del premier in cui verrà stabilito il programma governativo che intende portare avanti assieme ai suoi ministri.

governo