Morta Françoise Cactus del duo musicale Stereo Total

Un nuovo lutto nel mondo della musica: morta Françoise Cactus del duo musicale Stereo Total, band elettronica molto amata.

(screenshot video)

Françoise Vanhove alias Françoise Cactus, membro del duo formato con Brezel Göring dal nome Stereo Total, è morta all’età di 57 anni di cancro al seno. Il gruppo ebbe molto successo a cavallo tra anni Novanta e Duemila, quando sfornarono una serie di successi, diventando uno dei gruppi più influenti della musica elettronica.

Leggi anche -> Morto Carman, personaggio televisivo e cantautore molto amato

Grazie alla hit I Love You, Ono, una cover di I Love You Oh! No del gruppo giapponese The Plastics, utilizzata per una pubblicità, il gruppo ebbe anche una certa notorietà mediatica. Fatto sta che comunque nell’arco di 26 anni di carriera, gli Stereo Total hanno pubblicato non meno di 16 album. Con pochi ‘mezzi’ hanno rivisitato una moltitudine di generi musicali.

Leggi anche -> Il dramma di Maddalena Imperato: la cantante e la lotta al tumore

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Carriera e curiosità su Françoise Cactus, la cantante morta oggi

Dalla new wave al punk rock, passando per ambient, disco e folk, la band ha davvero lasciato una propria impronta davvero interessante e la voce di Françoise Cactus che, oltre al francese e al tedesco, ha cantato in giapponese, spagnolo e turco, ha conquistato milioni di persone in tutto il mondo. Cresciuta nelle campagne della Borgogna, la cantante ha lasciato la sua terra natale all’età di 17 anni per stabilirsi a Berlino.

Dopo aver fondato un gruppo femminile (Die Lolitas) e dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989, conosce Brezel che diventerà il suo vero alter-ego in città, come sul palco. Nel 1995, esce il loro album d’esordio, Oh Ah!, mentre è del 2019 l’ultimo disco del duo, che si intitola Ah! Quel Cinéma!. In mezzo ci sono davvero un quarto di secolo di successi, che li hanno portati a viaggiare con la loro musica in molte parti del mondo. Tutto questo senza essere mai mainstream.