Manuela Di Centa, chi è: età, carriera e storia della sportiva entrata in politica

Ripercorriamo la storia e la vita di Manuela Di Centa: la campionessa di sci di fondo che nel 2006 è entrata in Parlamento.

Quello che dobbiamo sapere su Manuela Di Centa, lo si trova nel suo sito ufficiale. Nella sezione biografia, infatti, l’ex sciatrice ci racconta di dove e come è cresciuta nel paesino di Paluzza, un centro montano in provincia di Udine, e di come abbia ereditato dai genitori ciò che oggi la connota come donna.

Dalla madre, Maria Luisa ha preso il carattere forte e la capacità di lottare per i propri diritti. La donna, ci racconta Manuela, non ha mai voluto farsi identificare con il cognome del marito, richiedendo a tutti di continuare a chiamarla con il cognome da nubile. Dal padre Gaetano (da lei chiamato affettuosamente Tane), panettiere e insegnante di sci, ha preso la passione per le montagne, quella per la disciplina sportiva della quale è diventata una campionessa, e la capacità di sentirsi libera di decidere qualsiasi cosa. Ma anche la gioia di vivere, la soddisfazione interiore e i valori autentici.

Manuela ha anche due fratelli, il più grande, Andrea, era uno sciatore provetto come la sorella, finché un brutto incidente in motorino non l’ha costretto ad abbandonare l’attività agonistica. Anche il più piccolo, Giorgio, alla fine è diventato uno sciatore di livello, visto che ha già vinto numerose medaglie, tra cui un Argento alle Olimpiadi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Manuela Di Centa, la carriera della campionessa di sci di fondo

Il suo talento sugli sci viene notato rapidamente da chi di dovere: Manuela entra a far parte della nazionale nel 1980, quando è ancora minorenne. Due anni più tardi, a 19 anni, partecipa per la prima volta ai Mondiali (Oslo 1982), classificandosi all’ottavo posto. Lo stesso anno arriverà seconda ai mondiali juniores, sua categoria di appartenenza in quel momento. Sin dall’esordio mondiale, dunque, si vede che Manuela ha la stoffa per diventare grande.

Leggi anche ->Next Generation Eu, che cos’è e quali sono le risorse a disposizione

Nel corso dei 18 anni di carriera agonistica tra i professionisti, Manuela Di Centa ha vinto due Coppe del Mondo (1994, 1996), ha preso 4 argenti e 3 bronzi ai mondiali di specialità e vinto 2 ori e 2 argenti alle Olimpiadi del 1994 e 3 bronzi a quelle del 1998, anno in cui decide di ritirarsi dalla carriera agonistica. Comincia una carriera dirigenziale già nel 1996 quando viene eletta presidente della Commissione Italiana Atleti e nel ’98 entra a far parte del CONI. Nel 1999 e nel 2002 viene eletta come membro del CIO, mentre nel 2006 è stata eletta “sindaco” del Villaggio Olimipico dei Giochi invernali di Torino.

Leggi anche ->Sei Regioni in zona arancione da venerdì: nuove restrizioni in arrivo

Contestualmente nel 2004 è entrata a far parte di Forza Italia e nel 2006 si è candidata alle elezioni nazionali, divenendo deputata. Dopo la caduta del governo si è ripresentata alle elezioni del 2008 ed è stata nuovamente eletta. La sua carriera politica al momento si è fermata al 2013, anno in cui il mandato è scaduto e si è andati a nuove elezioni. In quel caso nella sua regione il Pdl ha presto pochi voti e non è stata riconfermata.