Varianti Covid, l’allarme di Galli: “Il Sacco è invaso, presto grossi problemi”

Massimo Galli mette tutti in guardia a causa delle varianti Covid. L’ospedale milanese dove lui lavora è alle prese con una saturazione.

varianti Covid Massimo Galli
Allarme varianti Covid Massimo Galli Foto dal web

Le Varianti Covid cominciano a preoccupare in maniera importante. Massimo Galli, infettivologo dell’ospedale ‘Sacco’ di Milano, rende noto che il reparto della struttura dove sono ospitati gli individui che risultano positivi e che presentano delle complicazioni risulta attualmente pieno. “Sarebbe bello riaprire tutto e subito, ma io ora mi ritrovo con il reparto invaso dai contagiati dalle nuove varianti Covid. La cosa avverrà presto in tutta Italia, avremo dei problemi molto seri a breve”.

Leggi anche –> Walter Ricciardi, quando a febbraio diceva: “Covid meno pericoloso dell’influenza”

Galli sembra riferirsi in maniera chiara agli esercenti che scelgono di restare aperti per protesta. È capitato con ristoranti e simili ed è successo anche con alcuni impianti di sci. Ospite di ‘Mattino 5’, l’infettivologo invita per l’ennesima volta le persone ad assumere un atteggiamento responsabile. A suo avviso potrebbe rendersi necessario il dovere procedere con un nuovo lockdown, come quello della primavera 2020. “Basti pensare a quanto sta accadendo nel resto d’Europa. Le nuove varianti Covid esistono e non ce le siamo inventate noi”.

Leggi anche –> Il piano di Draghi: zone rosse mirate, vaccinazioni in caserme e palestre

Varianti Covid, Galli concorda con Ricciardi: “Nuovo lockdown? Aiuterebbe”

L’esperto conferma anche che queste mutazioni del virus sono più contagiose rispetto alla versione originaria. Questo vuol dire anche che sono molto più frequenti le situazioni all’interno delle quali può avvenire un contagio. “Col virus non possiamo fare trattative politiche, segue il suo percorso”.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Covid, il monito dell’immunologa Viola: “E’ più contagioso e letale”

Infine, sulla richiesta di un nuovo lockdown totale avanzato da Walter Ricciardi, anche Galli si dice d’accordo. Magari c’è il rischio di sembrare catastrofista ed eccessivamente preoccupato, ma se questa convinzione risulta essere fortemente radicata all’interno della comunità medica e scientifica, i motivi ci sono. Queste le sue dichiarazioni rilasciate in collegamento con la trasmissione Mediaset condotta da Federica Panicucci.