Lombardia, partono tra le polemiche le prenotazioni dei vaccini over 80

Lombardia, ecco i vaccini over 80. Partite le prenotazioni: oltre centomila in coda ma c’è stato un problema con l’operatore

Letizia Moratti – foto viaggi news

In partenza oggi le prenotazioni dei vaccini per gli over 80 nella Regione Lombardia. In ritardo rispetto alle altre ma si è giunti finalmente ad un punto di partenza per la fascia più debole della popolazione dinanzi al Covid-19. Non sono mancati, tuttavia, dei problemi tecnici. Il sito che gestisce il sistema di prenotazione è andato in tilt a causa delle eccessive domande concentrate in poco tempo. Ci sarebbero state già 100mila domande in coda circa ad un’ora dall’apertura delle prenotazioni. Questo è accaduto perchè non solo i privati, ma anche i medici di famiglia hanno potuto procedere con le prenotazioni per i loro assistiti. Questo criterio ha sicuramente assicurato un coinvolgimento maggiore di una fascia d’età che comprende anche persone sole e poco autonome. Il rovescio della medaglia, però, è stato l’ingorgo del sistema che non ha retto alla concentrazione.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lombardia, partono le prenotazioni dei vaccini ma i medici polemizzano

I medici di famiglia si sono anche lamentati per le difficoltà riscontrate: “Abbiamo accesso al sistema di adesione tramite un diverso percorso, ma al momento non abbiamo alcuna priorità – dichiarano i medici -. Il sito è già bloccato. Come possiamo registrare i pazienti che vogliono il vaccino con questi ritmi?”. Altre polemiche sono arrivate dai sindacati di categoria sul meccanismo che costringe i medici a fungere da centralinisti. La Regione Lombardia ha spiegato che c’è stato un blocco dell’operatore telefonico scelto. Per quanto riguarda la procedura, il primo passo da fare è collegarsi al portale www.vaccinazionicovid.regione.lombardia.it. Una volta entrati vanno inseriti i dati anagrafici e un numero di cellulare o in alternativa un fisso. Cliccando sul pulsante «verifica», si riceve sul telefonino un codice che va riportato sul sito.

Leggi anche > Bill Gates afferma che esiste una sfida più dura del Covid

Un passaggio di sicurezza, ma che secondo i medici di famiglia rende difficile le operazioni per la tipologia di pazienti. Una volta terminate queste indicazioni, sarà assegnato dallo stesso portale il centro vaccinale più vicino dove si riceverà la somministrazione.

Leggi anche > Governo, è già scontro sulle chiusure

Moratti Fontana -foto viagginews