Sydney Devine: il cantante country è morto a 81 anni

La leggenda della musica country Sydney Devine muore all’età di 81 anni dopo una breve malattia: dolore in Scozia.

(screenshot video)

La leggenda dello spettacolo scozzese Sydney Devine è morta all’età di 81 anni. Il cantante country ha combattuto contro una misteriosa malattia. Questo dopo essere stato ricoverato all’ospedale Ayr in Scozia il 23 gennaio. Nelle prime ore di stamattina, ne è stato annunciato il drammatico decesso.

Leggi anche –> Torino – Bardonecchia, maxi tamponamento: 2 morti, decine di feriti

In una dichiarazione rilasciata dalla figlia del cantante, Karen, si legge: “Mio padre si è ammalato stando a casa. Sapeva che era qualcosa di un po’ più grave di una normale infezione al torace, dopo aver chiamato un’ambulanza ed essere stato ricoverato all’ospedale di Ayr il 23 gennaio”.

Leggi anche –> Aspirante pediatra morta di Coronavirus: aveva solo 20 anni

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Il ricordo di Sidney Devine, dolore in Scozia

“I medici hanno provato tutto il possibile e hanno combattuto senza sosta per salvare mio padre, e mio padre ha combattuto la malattia con grande dignità e con tutte le forze che aveva, ma la malattia lo ha sconfitto”, ha sottolineato ancora la figlia del noto cantante country. La figlia di Sidney Devine e la sua famiglia hanno – aggiungono – il “massimo rispetto per tutti i medici, gli infermieri e tutti i lavoratori in prima linea che si sono presi cura di lui”.

Molti fan hanno reso omaggio alla star della musica scozzese sui social media, tra cui Nicola Sturgeon capo del governo del Paese, che ha descritto Devine come una “vera leggenda” e ha ricordato come “per gli scozzesi di una certa annata – tra questi sicuramente ci sono io – il nome Sydney Devine era un tempo sinonimo di intrattenimento”. Anche Iain Gordon, che gestisce il Pavilion Theatre dove il cantante si è esibito per 45 anni consecutivi, ha reso omaggio all’artista il cui successo più noto è sicuramente “Tiny Bubbles”.