Patrizio Bianchi, chi è: tutto sul principale candidato al Ministero dell’Istruzione

Chi sarà il nuovo ministro dell’Istruzione? Il principale candidato è Patrizio Bianchi, scopriamo chi è e tutto ciò che c’è da sapere.

Incassato il sì anche dal Movimento 5 Stelle (sì sofferto e giunto tramite la votazione sulla piattaforma Rousseau), Mario Draghi ha di fatto i numeri per poter governare ed ora deve mettere insieme la squadra che guiderà il Paese almeno sino alla fine dell’emergenza sanitaria. Come sempre capita in questa fase di strutturazione della squadra di governo, i media cercano di capire quali saranno i nomi scelti per i vari ministeri.

Per quanto riguarda il Ministero dell’Istruzione, i nomi che sono stati fatti nei giorni scorsi sono quelli di Cristina Messa e Patrizio Bianchi. La candidatura di quest’ultimo, tuttavia, sembra quella più forte e nel settore accademico ritengono che il professore universitario sia il profilo giusto per guidare il Ministero. Bianchi è un economista ed uno stimato professore universitario che ha sempre avuto a cuore la formazione scolastica: ritiene infatti che proprio la scuola sia lo strumento necessario per progredire in campo lavorativo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Patrizio Bianchi, chi è il principale candidato al Ministero dell’Istruzione

Nato a Copparo (Ferrara) il 28 maggio del 1952, Patrizio Bianchi si è laureato in Scienze Politiche con 110 e lode all’Università di Bologna nel 1976. Completato il percorso di studi, ha perfezionato la sua preparazione alla London School of Economics. Nel 1980 è diventato ricercatore presso l’Università di Trento e due anni più tardi si trasferisce a quella di Bologna. Nel 1986 vince la cattedra come professore associato e 8 anni più tardi diviene professore ordinario con cattedra in Politica Economica, sempre a Bologna.

Leggi anche ->Lockdown, Miozzo (Cts): “Necessario blocco totale per due mesi”

Nel 1997 ottiene il trasferimento all’Università di Ferrara, avvicinandosi dunque al suo paese natale. Qui fonda la facoltà di Economia e viene eletto Rettore dell’Ateneo nel 2004, carica in cui viene confermato anche nel 2010. Attualmente ricopre il ruolo di professore ordinario di Economia e Politica Industriale. In campo politico ha ricoperto il ruolo di assessore all’Istruzione dell’Emilia Romagna sia sotto la guida di Vasco Errani che sotto quella di Bonaccini. Nel 2020 è stato inserito tra i membri della task force governativa voluta dal Ministro Azzolina per strutturare la ripartenza scolastica dopo l’interruzione causata dalla pandemia.

Leggi anche ->Cambiano i colori delle Regioni, tutte le misure: chi torna arancione e rosso