Lutto Superbike, morto Aldeo Presciutti: il campione ucciso da un infarto

Grave lutto in Superbike, morto improvvisamente Aldeo Presciutti: il campione che viveva su una sedia a rotelle ucciso da un infarto.

(Facebook)

Un grave lutto ha colpito il mondo del motociclismo e in particolare quello della Superbike: Aldeo Presciutti, classe 1961, si è spento all’età di 59 anni a causa di un infarto. Da 25 anni era costretto a muoversi con la sedia a rotelle a causa di un grave incidente stradale. Secondo quanto si ricorda, non guidava lui.

Leggi anche –> Carlo Ubbiali: addio alla leggenda del motociclismo italiano

L’ex motociclista ha corso in Superbike a cavallo tra il 1989 e il 1995, nei primi anni in cui questa disciplina motociclistica iniziava ad avere diffusione nel nostro Paese. E lui era sicuramente uno dei più talentuosi in pista, tanto da aver ottenuto anche una serie di successi importanti.

Leggi anche –> Motociclismo: muore Andreas Perez, giovane talento – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Aldeo Presciutti talento della Superbike

L’ex campione dalla carriera molto sfortunata viveva a Monterosi, poco distante dalla pista di Vallelunga. Qui molto spesso, in passato, si era allenato. Tra i suoi piazzamenti, si ricordano un quinto e un terzo posto, rispettivamente nel 1990 e nel 1991, nel campionato italiano. Ebbe anche la possibilità di gareggiare con una wild card nel motomondiale, addirittura nella classe regina. Infatti, nel 1993, in sella a una Yamaha partecipò a un Gran Premio in classe 500.

Davide Tardozzi, suo antagonista in pista nei primi anni Novanta, che oggi è un affermato team manager, ricorda Aldeo Presciutti come “un ragazzo di una compagnia e di una simpatia unica”, che in pista ha avuto dei momenti in cui andava davvero molto forte. L’ex pilota della SuperBike ha condiviso in quegli anni la pista con Fred Merkel, Doug Polen, Fabrizio Pirovano, Raymond Roche e Carl Fogarty.