Antonella Prenner, chi è la donna intossicata insieme a Valerio Massimo Manfredi

Antonella Prenner e Valerio Massimo Manfredi sono stati protagonisti di uno spiacevole accaduto. Scopriamo insieme chi è e cosa fa la donna.

Antonella Prenner e Valerio Massimo Manfredi sono andati incontro nelle ultime ore ad un gravissimo incidente. I due sono stati trovati privi di sensi dai soccorritori in seguito ad una terribile intossicazione da monossido di carbonio. La Prenner si trovava in visita dall’amico Manfredi. Scopriamo dunque tutto ciò che c’è da sapere su di lei e sulla sua vita privata prima del grave incidente.

Leggi anche->Come sta Valerio Massimo Manfredi: che cos’è l’intossicazione da monossido

La Prenner è una celebre filologa e latinista. Nella vita lavora presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, in qualità di insegnante. A lei sono attribuiti numerosi ed importanti studi inerenti alla letteratura antica, una delle sue più grandi passioni. La donna è stata anche l’autrice del romanzo Tenebre, pubblicato nel 2018, il quale ha riscosso un discreto successo.

Leggi anche->Valerio Massimo Manfredi, dramma per lo scrittore: gravi lui e una donna

Non si hanno molte informazioni in merito alla vita privata della Prenner. La donna è infatti molto riservata ed attaccata alla propria privacy. Non si conosce la sua data di nascita, ma è di dominio pubblico la sua età, ovvero 47 anni. Di lei sappiamo inoltre che è stata assessore alla cultura del Comune di Formia nell’ultima amministrazione Bartolomeo una carica decisamente degna di nota.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Valerio Massimo Manfredi e Antonella Prenner: l’intossicazione da monossido di carbonio

Valerio Massimo Manfredi e Antonella Prenner sono stati recentemente protagonisti di un gravissimo incidente. I due sono stati ricoverati d’urgenza dopo essersi intossicati con il monossido di carbonio. Entrambi sono gravi e hanno dovuto lottare per la vita nelle ultime ore. È accaduto tutto a Roma, e si suppone che la perdita di gas killer dall’impianto sia dovuta alla caldaia. L’uomo di 77 anni e la scrittrice di 47 sono stati trovati privi di sensi dai soccorritori di un’ambulanza, avvertiti dalla figlia di Manfredi. Valerio in coma, è stato portato immediatamente alla Misericordia di Grosseto, mentre Valeria è stata ricoverata nel reparto di rianimazione dell’Umbrto I. Entrambi stanno combattendo contro la morte, e tutta l’Italia è in attesa di loro notizie.