Tommasina De Laurentiis, morì per errore medico: sentenza clamorosa

La vicenda della povera Tommasina De Laurentiis avvenne nell’ormai lontano 2013. Ora è giunta la parola fine in tribunale.

Tommasina De Laurentiis condanne
Tommasina De Laurentiis condanne foto dal web

Tommasina De Laurentiis morì l’8 marzo 2013 nel corso di un intervento chirurgico. E per quell’episodio il Tribunale di Torre Annunziata ha emesso, a distanza di così tanto tempo, una condanna molto severa nei confronti del medico che la operò. Lui è il primario dell’ospedale di Boscotrecase, in provincia di Napoli.

Leggi anche –> Morti Covid Italia | anziana perisce in ospedale | parenti devastano tutto

Nei confronti del dottor Roberto Palomba è giunta una pena a 10 anni e 8 mesi di reclusione riconoscendolo colpevole sia di omicidio colposo che di falso ideologico. Inoltre lo stesso dovrà anche versare 100mila euro come risarcimento alle parti civili. Altre condanne sono giunte per due chirurghi, che hanno ricevuto 2 anni e 4 mesi ciascuno. Pene tutte superiori e non di poco rispetto alle richieste iniziali del pubblico ministero, il quale aveva avanzato 4 anni e 8 mesi per Palomba e 1 anno e 4 mesi per gli altri. L’avvocato della famiglia di Tommasina De Laurentiis ha parlato di come il giudice abbia riconosciuto “l’avvenuto, gigantesco errore medico ed anche la condotta criminale del primario. Questi provò ad insabbiare le prove della sua responsabilità alterando la cartella clinica della vittima. Chi avrebbe dovuto pensare a salvare Tommasina ha pensato a salvare sé stesso, pensando a come fare per truccare gli indizi a proprio carico”.

Leggi anche –>Arrestata infermiera: ha ucciso 8 bambini e provato ad ucciderne altri 6

Tommasina De Laurentiis, come andarono le cose

La 25enne Tommasina subì l’amputazione della cistifellea e questo portò a delle gravi complicazioni che la condussero alla morte proprio in sala operatoria. Ci fu una prima operazione che ebbe come conseguenza dei valori ematici sballati ed una probabile emorragia. A questa fecero seguito altri due interventi. L’inchiesta ha mostrato come la terza operazione chirurgica sia avvenuta mentre Tommasina era già morta. Fu effettuata dal medico con il solo intento di nascondere gli errori precedenti e la reale causa del decesso della giovane. Lo stesso medico poi la richiuse e ne dichiarò la morte falsificando successivamente la cartella clinica.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Medico indagato, vaccini e tamponi a parenti e amici e non solo

Si è scoperto, a seguito di un esame autoptico, che la povera Tommasina aveva subito delle lesioni all’aorta addominale oltre che alla vena cava inferiore. Tutto ciò in conseguenza di un utilizzo sbagliato delle sonde impiegate durante la laparoscopia. Si è trattato di un errore medico aggravato dal tentativo di nascondere le prove di quanto successo.