Si torna a sciare: le Regioni dove riaprono gli impianti

Si torna a sciare. Dalla Lombardia al Piemonte ecco dove aprono gli impianti. Incerta la situazione in Alto Adige

sciare low cost
Sciare – foto viagginews

Gli impianti da sci riaprono. In Italia si trona a sciare dopo un lungo inverno dettato dalle restrizioni Covid-19- Resta uno scampolo di alta stagione per quanto riguarda le vacanze invernali. Si riparte in Lombardia dove l’apertura è fissata per il 15 febbraio così come in Friuli Venezia Giulia e Piemonte; in Trentino impianti aperti dal 17 febbraio e in Val D’Aosta dal 18 del mese corrente. Incerta, invece, è la situazione che riguarda l’Alto Adige alle prese con il focolaio di Bolzano. Ci saranno delle regole da rispettare visto che Covid c’è ancora. In Lombardia, il numero massimo delle presenze giornaliere non potrà superare il 30% della portata oraria totale di tutti gli impianti di risalita; per le stazioni sciistiche che non hanno più di due impianti, il numero massimo di presenze giornaliere è del 50% della portata oraria totale. Per quanto riguarda gli abbonati plurigiornalieri, settimanali e stagionali, sarà garantito il posto ma nei limiti giornalieri  e tutto sarà controllato con dei sistemi di prenotazione.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Si torna a sciare in Italia, ma non per tutti

In Friuli, invece, si parte il 15 con Piancavallo, la cima Pantani, mentre la SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta, la più grande del Trentino, riparte il 17 febbraio. La capienza massima degli impianti sarà al 30%. In Val d’Aosta, invece, si riparte il 18 febbraio con un numero chiuso complessivo di 30mila persone al giorno. Si tratta di una capienza inferiore rispetto al limite fissato dai protocolli di sicurezza che prevedono 42mila presenze. Non è prevista l’apertura di tutti gli impianti nella regione valdostana perchè non ci sono condizioni operative ed economiche opportune per tutti.

Leggi anche > Tennis, lite furibonda Fognini-Caruso

In stand by il Piemonte che non ha ancora deciso se riaprirà le strutture del Sestriere e Bardonecchia. Per quanto riguarda l’Alto Adige, è previsto il lockdown totale fino a fine febbraio a causa della zona rossa dovuta ai contagi. Si tratta delle strutture di Dobbiaco, San Candido, Bressanone, l’Alta Badia, la Val Gardena, Kronoplaz, Val D’Ega, Oberegghen e molti altri per un totale di 387 impianti di risalita.

Leggi anche > Colori Regioni, verso cambiamenti sparsi

Coronavirus italia
Sciare – FOTO viagginews