Miranda Priestly, il ruolo non doveva essere di Meryl Streep: cosa è successo

Il diavolo veste Prada vede come protagonista per eccellenza l’austera Miranda Priestly, interpretata da Meryl Streep.

Il Diavolo veste Prada” è un film del 2006 diretto da David Frankel, il cui soggetto è tratto dall’omonimo romanzo scritto da Lauren Weisberger. La protagonista del film, Andrea Sachs, è interpretata da Anne Hathaway.

Andrea Sachs (Anne Hathaway) si candida come assistente per Miranda Priestly, la direttrice tiranna della rivista di moda Runway. Nella pellicola del 2006 il ruolo è stato assegnato alla strepitosa attrice Meryl Streep, ma inizialmente la parte era stata scritta per la sua amica Glenn Close. L’attrice, stanca di interpretare ruoli da “cattiva”, ha però rifiutato la parte che è andata alla Streep. La scrittrice Lauren Weisberger ha lavorato per anni alla celebre rivista di moda Vogue ed si è ispirata alla caporedattrice Anna Wintour per il ruolo di Miranda.

LEGGI ANCHE -> Anne Hathaway, chi è l’attrice: età, foto, carriera, vita privata

LEGGI ANCHE -> Il diavolo veste Prada, la storia vera che ha ispirato il film: chi è Anna Wintour

Miranda Priestly, a chi è ispirato il suo personaggio

Anna Wintour, la celebre caporedattrice di Vogue, ha partecipato a “Il diavolo veste Prada” in un piccolo cameo, interpretando il ruolo della governante delle gemelle di Miranda Priestly. Al film hanno preso parte anche celebri modelle come Gisele Bundchen, Heidi Klum, Bridget Hall, Alyssa Sutherland e lo stilista Valentino

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Meryl Streep ha dimostrato gran bravura nell’interpretare un personaggio così diverso da lei, una donna dal grande successo lavorativo, ma la cui vita privata fa acqua da tutte le parti. Miranda Priestly viene infatti abbandonata dal suo secondo marito e l’editore della rivista per la quale lavora vuole mandarla in pensione. La donna, però, riesce ad assicurarsi che questo non accada dimostrando notevole astuzia.