Ebola torna a fare paura, nuovo focolaio: ci sono vittime

Il virus Ebola torna a fare paura, nuovo focolaio nel Congo: ci sono vittime, almeno due in appena una settimana.

(STEEVE JORDAN/AFP via Getty Images)

Una seconda persona che aveva contratto il virus Ebola è morta questa settimana nella Repubblica Democratica del Congo. Si sarebbe formato dunque un altro focolaio appena tre mesi dopo che la nazione è sopravvissuta alla seconda peggiore epidemia di virus nella storia.

Leggi anche –> Dichiarata nuova epidemia di Ebola nella Repubblica Democratica del Congo: allarme mondiale

Questa morte arriva una settimana dopo che una donna di 42 anni è deceduta nella provincia del Nord Kivu, come hanno reso noto l’Organizzazione mondiale della sanità e il ministero della salute del Paese. La vittima, moglie di un sopravvissuto all’Ebola, è entrata in un reparto di terapia intensiva il 4 febbraio ed è morta lo stesso giorno.

Leggi anche –> Fabrizio Pulvirenti: chi è il medico che è guarito dal virus Ebola

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Focolaio di Ebola: la malattia torna a fare paura

La donna è stata sepolta il 5 febbraio, ma a quanto pare non secondo pratiche di sepoltura adeguate per prevenire la diffusione dell’Ebola; durante i focolai precedenti, la gestione dei corpi è stata ridotta al minimo ed è stata effettuata da squadre addestrate. Durante la sua malattia, la donna ha visitato tre centri sanitari dopo aver cercato cure per i sintomi di un’emorragia dal naso il 25 gennaio. Insomma, la diagnosi non solo non sarebbe stata tempestiva, ma sarebbe arrivata decisamente in ritardo.

A partire dall’8 febbraio, gli investigatori sanitari sono stati in grado di monitorare un totale di 117 contatti con la donna. Non è chiaro se la vittima annunciata nella giornata di oggi sia stata in contatto diretto con la donna senza nome deceduta una settimana fa. Questo nuovo cluster segna la dodicesima epidemia di Ebola in Congo. Migliaia di persone sono morte a causa del virus in Congo negli ultimi anni. Un’epidemia iniziata nel 2018 e dichiarata finita dall’OMS nel giugno 2020 ha ucciso più di 2.000 persone. Ebola è una malattia con un’elevatissima mortalità.