Governo Draghi, durata e programma per uscire dalla crisi

Come e per quanto tempo lavorerà il Governo Draghi. Gli interventi che necessitano delle attenzioni immediate del nuovo Premier.

Governo Draghi programma durata
Governo Draghi programma durata Foto dal web

Parte il nuovo Governo Draghi, con lo start ufficiale atteso per questa settimana, dopo la conclusione delle consultazioni. Il 71enne ex governatore di Banca d’Italia ed ex presidente della Banca Centrale Europea dovrà formare la sua nuova squadra dei ministri ed annunciare quale sarà il suo programma. Draghi, come il suo predecessore Giuseppe Conte, sarà fautore di una linea di azione comune incentrata sulla coesione sociale.

Leggi anche –> Reddito di cittadinanza a rischio? Ecco la linea di Mario Draghi

Non c’è altro modo per potere uscire dalla crisi che da un anno attanaglia l’Italia ed il mondo. Un aspetto molto importante lo rivestiranno gli interventi da attuare in materia di implementazione del sistema sanitario. Anche il Piano vaccini richiederà le attenzioni del nuovo Governo Draghi già nell’immediato. Senza dimenticare un altro importante aspetto rappresentato dalla fine del blocco dei licenziamenti, che scadrà fra due mesi. Il provvedimento finora ha permesso in tante famiglie e singoli di resistere. Ma diverse situazioni sono destinate a far si che in non pochi perdano il lavoro. Ed ancora, c’è da gestire la situazione in merito ai provvedimenti inseriti nell’ultimo Dpcm. Alcuni di essi scadono il prossimo 15 febbraio, altri il giorno 5 marzo.

Leggi anche –> Pensioni e Quota 100, la posizione di Mario Draghi

Governo Draghi, le principali questioni che vanno risolte

Ed il Governo Draghi dovrà scegliere quali punti confermare e le relative tempistiche sottoporrà ai partiti nelle prossime ore. Allo stesso tempo, le forze politiche cominciano a ragionare su come sarà possibile gestire i temi dell’immigrazione o della riforma pensionistica in una maggioranza che abbia insieme la Lega e il Pd. Sarà questo uno dei punti più delicati da dirimere. Ci sono poi le urgenze legate al Covid: lunedì 15 febbraio scade ad esempio il blocco agli spostamenti tra Regioni gialle. Se il governo giurerà entro venerdì, questo è il primo nodo che dovrà sciogliere. E anche su questo servirà una decisione presa di comune accordo dalla nuova maggioranza. Poi c’è la Lega che spinge sempre in materia di immigrazione.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Blocco dei licenziamenti, scadenza vicina: la posizione di Draghi

Quanto durerà questo governo?

Ma come sarà la squadra di governo? Si presuppone un esecutivo fatto da tecnici, votato a ridurre per quanto possibile la presenza di figure politiche. Una cosa che si renderà necessaria allo scopo di potere contare su una più vasta maggioranza possibile tra le varie forze politiche nazionali. Anche se alcune di esse sono convinte di dare il loro appoggio solamente nel breve periodo, allo scopo di andare alle elezioni già nel 2022, in concomitanza con quella che sarà la nomina del presidente della Repubblica, all’inizio del prossimo anno.