Bolzano, trovato il cadavere di Laura Perselli: arriva la conferma

Novità sul giallo di Bolzano, trovato il cadavere di Laura Perselli: arriva la conferma da parte della famiglia, si cerca Peter Neumair.

Laura Perselli

Non ci sono dubbi: il corpo ripescato dall’Adige tra gli abitati di San Floriano e Laghetti, a sud di Bolzano, è di Laura Perselli, l’insegnante in pensione di 68 anni scomparsa il 4 gennaio, insieme al marito Peter Neumair. La notizia del ritrovamento del cadavere della donna è stata confermata da fonti vicine alla famiglia.

Leggi anche -> Peter Neumair e Laura Perselli, dove sono finiti i corpi dei due coniugi?

A far ipotizzare che la donna fosse stata ritrovata è stato il blocco messo in atto dai militari dell’Arma dei carabinieri nella tarda mattinata. Questi infatti hanno recintato l’intera zona. In tal modo, hanno bloccato gli accessi al ponte sull’Adige. Questo ha fatto sì che si pensasse immediatamente a una svolta.

Leggi anche -> Benno Neumair, perché ha ucciso i genitori: il movente dell’omicidio

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Laura Perselli trovata morta: si cerca il marito

I vigili del fuoco – nella ricerca del marito della donna, Peter – hanno ora intensificato le ricerche in acqua nella zona del ritrovamento del corpo di Laura Perselli. Di fatto, il ritrovamento della donna azzera le possibilità che il marito Peter possa essere ancora vivo. Una speranza che col passare dei giorni si era assottigliata, mentre i sospetti sul duplice omicidio dei due coniugi si erano addensati sul figlio Benno.

Dunque, è corsa contro il tempo per trovare il cadavere di Peter Neumair prima che faccia buio. La società idroelettrica altoatesina Alperia si sarebbe impegnata a ridurre il deflusso delle dighe di Glorenza, Naturno, Tel e Marlengo, Lana e Brunico. Questo aiuterebbe a ridurre anche le acque dell’Adige di una trentina di centimetri. Si spera che questa operazione si utile a far emergere il corpo dell’uomo dalle acque.