Maradona, figlia accusata: sparito anello da 300mila euro

A distanza di mesi dalla scomparsa di Diego Armando Maradona sono nati i primi litigi all’interno della famiglia: sparito l’anello prezioso

Maradona

Diego Armando Maradona manca a tutti e la sua scomparsa si fa sempre più sentire a distanza di mesi. Inoltre, all’interno della sua famiglia sono nate le prime guerriglie visto che mancherebbe un anno molto costoso che Maradona aveva ricevuto dalla sua avventura in Bielorussia nel 2018 dopo esser stato nominato presidente onorario della Dinamo Brest. Un gioiello preziosissimo dal valore di 300mila euro con diamante blu all’interno: lo indossava spesso anche quando allenava il Gimnasia.

Leggi anche –> Maradona, l’ultimissimo VIDEO prima di morire: “Sono ammaccato”

Leggi anche –> Spunta il messaggio Whatsapp del medico mai letto prima

Maradona, l’accusa nei confronti di Giannina

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’anello è stato trovato nella cassaforte che Maradona aveva sotto il letto dove è morto. E così sono arrivate le prime dichiarazioni, come quelle di Mario Baudry, avvocato di Dieguito Fernando, ultimogenito del Diego e compagno di Veronica Ojeda: “Ho una chat con Monona che ammette a chi l’ha consegnato e anche le riprese dell’assistente di Diego, dove si vede che lo mette in macchina una delle figlie”. E così nel mirino ci sarebbe anche Giannina, la figlia di Maradona che si è sfogata sul suo profilo Twitter: “Se mi uccidono cercando un anello che non ho, sono tutti complici. Non possono provare quello che dicono: sono il risultato della m…a che consuma il nostro Paese”.

Maradona anello rubato