Nuovo Governo, il programma di Mario Draghi: aumento debito e difesa del lavoro

Mario Draghi è pronto a mettersi al lavoro: analizziamo i possibili punti del programma del Nuovo Governo, ecco quali sono

Mario Draghi

Tutto torna a galla anche a distanza di mesi. Nello scorso marzo lo stesso Mario Draghi, subito dopo la pandemia per Coronavirus, aveva stilato un programma con un articolo sul  Financial Times. Ora non si conoscono ancora i dettagli, ma sicuramente qualcosa sarà inerente al suo progetto. Per esempio, in primis, “per evitare una depressione prolungata e danni irreparabili, bisogna aumentare significativamente il debito pubblico”. In aggiunta, lo stesso Draghi, aveva scritto che “la perdita di reddito nel settore privato, e tutti i debiti che saranno contratti per compensarla, devono essere assorbiti, totalmente o in parte, dai bilanci pubblici”. Come terzo punto aveva aggiunto che “lo Stato deve usare il proprio potere di fuoco per proteggere cittadini ed economia dallo shock: il settore privato non è in grado di assorbirlo”.

Leggi anche –> Il “whatever it takes”: cosa c’è dietro quella frase storica

Leggi anche –> Nuovo Governo, Mario Draghi accetta l’incarico: ora deve trovare i numeri

Nuovo Governo, i dettagli del programma di Mario Draghi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Mario Draghi aveva analizzato la situazione nel dettaglio rivelando anche come “gli Stati lo hanno sempre fatto in tempi di emergenza. Si pensi alle guerre mondiali, quando lo sforzo bellico fu finanziato da un aumento del debito. E solo in piccola parte (in Italia e Germania) da un aumento delle tasse”. Infine, aveva anche scritto che ‘la priorità non deve essere solamente fornire un reddito di base a chi perde il lavoro, ma si devono innanzitutto proteggere le persone dal rischio di perdere l’impiego”.

Mario Draghi