Nuovo Governo, Conte si schiera con Draghi: appello al M5S

Al lavoro per un Nuovo Governo, il premier dimissionario Giuseppe Conte si schiera con Draghi: appello al M5S per l’unità.

(screenshot video)

Poche e spiazzanti parole da parte del presidente del Consiglio dimissionario, Giuseppe Conte, per sottolineare da una parte l’appoggio alle scelte di Mattarella e di conseguenza al nuovo esecutivo Draghi, dall’altra la necessità che nasca un governo politico e che il Movimento 5 Stelle ne faccia parte.

Leggi anche -> Franco Locatelli, ci sarà o no all’interno del Governo Draghi?

Dopo i ringraziamenti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, considerato “un prezioso interlocutore” negli anni dei mandato da premier, Conte ringrazia anche “gli amici della coalizione che hanno lealmente collaborato per la realizzazione del nostro progetto politico”.

Leggi anche -> Nuovo Governo, il programma di Mario Draghi: aumento debito e difesa del lavoro

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le parole di Giuseppe Conte su Draghi e M5S

Conte ha quindi parlato del colloquio avuto ieri con il presidente incaricato Mario Draghi e ha sottolineato: “C’è chi mi definisce un ostacolo per la formazione di una nuova esperienza di governo, ma non mi conosce o parla in malafede”. E chiarisce: “Cercate altrove i sabotatori, io lavoro per la formazione di un governo nell’interesse del Paese”. L’auspicio è quello di un “governo politico che compia scelte politiche”.

“Le urgenze di questo Paese richiedono scelte politiche e non possono essere affidate a tecnici”, spiega ancora il premier dimissionario. Quindi l’appello al Movimento 5 Stelle: “Io ci sono e ci sarò. Lo dico agli amici del Pd e di LeU, dobbiamo lavorare insieme perché il nostro progetto politico, sintetizzato dalla formula “alleanza per il progresso sostenibile”, è un progetto forte e concreto, che aveva già iniziato a dare buoni frutti”. La palla passa adesso proprio agli alleati del governo uscente.