Gli fanno il funerale, lui ricompare vivo e vegeto 20 giorni dopo

La famiglia apprende che il proprio caro è morto, ecco quindi che avviene il funerale. Dopo quasi tre settimane però avviene l’impensabile.

funerale Portogallo Covid
Creduto morto per Covid fa ritorno dopo il suo funerale Foto dal web

Gli hanno fatto il funerale con tanto di sepoltura. Eppure un nonnino potrà tornare a casa, vivo ed in salute. Con questa notizia che ha lasciato tutti i suoi cari di stucco. Lui è un 92enne residente nella città di Santa Maria da Feira, in Portogallo. La famiglia dell’anziano pensava che questo nonnino fosse morto per via del virus. Si trovava effettivamente in ospedale, per curare una sindrome respiratoria che però era da ritenere estranea al Covid.

Leggi anche –> Si sveglia durante la sua cerimonia funebre: era stata data per morta

Solo che, proprio durante la degenza, l’uomo in età avanzata aveva contratto la malattia. E dalla struttura sanitaria è partita ad un certo punto un messaggio nel quale i parenti dell’anziano venivano informati della triste scomparsa di quest’ultimo. A causa delle norme vigenti allo scopo di contrastare la pandemia, il funerale e la sepoltura si sarebbero tenuti senza la presenza di alcun congiunto. Questo perché il Portogallo risulta essere attualmente il Paese con il più elevato tasso di mortalità legato al virus, ad oggi.

Leggi anche –> Bimba deceduta si risveglia mentre i genitori la preparano per i funerali

Funerale, nella bara al posto suo c’è qualcun altro

In territorio lusitano, da marzo 2020 a gennaio 2021, le vittime della pandemia ammontano a 12.482. E circa la metà – 5576 – sono decedute solamente in questo inizio di anno. Un dato spaventoso. Ma tra questi morti non figurava l’anziano in questione. Circa 20 giorni dopo il suo ‘funerale’, la stessa azienda ospedaliera ha telefonato ai parenti dell’uomo ammettendo di avere commesso un errore.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Potrebbe interessarti anche –> Frosinone, dichiarato morto: i familiari preparano i funerali, ma era vivo

Per via di uno scambio di persona, lui è finito sulla lista dei ricoverati deceduti nel corso della degenza. Invece ad essere morto è qualcun altro. Ora bisogna capire chi è ad essere finito tre metri sotto terra. Ed è impressionante il numero di casi analoghi che hanno avuto luogo nel corso degli ultimi 12 mesi, da quando la pandemia ha invaso il mondo intero.