Nuovo Governo, Mario Draghi accetta l’incarico: ora deve trovare i numeri

Si profila un nuovo Governo istituzionale che aiuti l’Italia nella pandemia, Mario Draghi accetta l’incarico: ora deve trovare i numeri.

(ALESSANDRA TARANTINO/POOL/AFP via Getty Images)

Come era preventivabile, l’ex presidente della BCE, Mario Draghi, ha accettato con riserva l’incarico proposto dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di formare un nuovo governo. Se da una parte sono molti a ritenere che sia lui l’uomo giusto per traghettare l’Italia in questa fase, dall’altra c’è l’incognita numeri.

Leggi anche -> Mario Draghi, chi è: età, carriera, vita privata dell’economista

Infatti, l’unico appoggio certo del quale sembra godere è quello di Italia Viva, la formazione politica che questa crisi l’ha provocata. Si dà quasi per scontato il voto favorevole del Partito Democratico, anche se Zingaretti ha rilevato che prima di esprimersi vorrà sentire i suoi alleati di M5S e LeU nel governo dimissionario.

Leggi anche -> Mario Draghi, chi è la moglie Serena Cappello: età, foto, carriera, vita privata

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’appello di Mario Draghi: perché ha accettato l’incarico

Proprio dai pentastellati arriva l’incognita maggiore, mentre sembra quasi scontato che Lega e Fratelli d’Italia resteranno all’opposizione. In ogni caso, l’ex presidente della BCE è già al lavoro, dopo l’incontro con Mattarella, per trovarli quei numeri in Parlamento. “È un momento difficile, dobbiamo essere all’altezza”, ha detto Mario Draghi dopo aver incontrato il Capo dello Stato. Quindi ha proseguito citando le sfide che il Paese ha davanti.

Queste sono, secondo Draghi, “vincere la pandemia, completare la campagna vaccinale, offrire risposte ai problemi quotidiani, rilanciare il Paese”. L’ex presidente della BCE ha quindi osservato: “Abbiamo a disposizione le risorse straordinarie dell’Ue, abbiamo la possibilità di operare con uno sguardo attento alle future generazioni e alla coesione sociale”. Da parte di Draghi massima fiducia che dal confronto in parlamento possano arrivare delle risposte positive. Intanto, sembra diviso il fronte dei 5 Stelle. Qualcuno sussurra: “Bisogna pensare al Paese”.