Coronavirus 3 febbraio: il netto calo di ricoveri e terapie intensive

Emergenza Coronavirus 3 febbraio: anche oggi c’è il netto calo di ricoveri e terapie intensive, la situazione e tutti i dati.

(MARTIN BERNETTI/AFP via Getty Images)

Ancora un leggero calo degli attualmente positivi, ma soprattutto una netta discesa per quanto riguarda i ricoveri e soprattutto i ricoveri in terapia intensiva: questi sono i dati più evidenti per quanto concerne l’emergenza Coronavirus oggi 3 febbraio in Italia. Dati che per ora sembrano scongiurare la temuta terza ondata.

LEGGI ANCHE -> Covid, anticorpi monoclonali contro il virus: il racconto di Claudia Disi

Risalgono sopra i 13mila contagi i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, su un totale di 279.307 tamponi antigenici e molecolari, infatti, ci sono esattamente 13.189 nuovi contagi. Questo vuol dire che il rapporto tra positivi e tamponi totali, ieri sceso sotto il 4%, è oggi al 4,7%, in risalita ma comunque sotto controllo.

LEGGI ANCHE -> Parlano i Long Covid, i guariti che non hanno mai smesso di accusare sintomi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dati Coronavirus Italia oggi 3 febbraio: la situazione

I nuovi guariti o dimessi sono in queste ultime 24 ore 15.748 mentre è sempre più vicino a quota 90mila il numero dei decessi. Sono infatti 477 quelli che si registrano. Il numero degli attualmente positivi è ancora in calo, anche se meno marcato rispetto a ieri: in Italia oggi ci sono 434.722 malati di Coronavirus. Un dato al ribasso ormai consolidato che fa ben sperare, anche se la prudenza non è mai troppa.

Per quanto riguarda la situazione degli ospedali, invece, scende di 315 unità il numero complessivo di ricoveri, mentre le terapie intensive scendono di 69 posti letto. Sono dunque 2.145 i ricoverati più gravi, mentre i nuovi ingressi sono 133 nelle ultime 24 ore. Per quanto concerne il dato medio dell’ultima settimana, abbiamo 11.806 casi in media al giorno, con un calo del 5% dopo giorni in cui è stato stabile. Netto il calo dei decessi: sono il 39% in meno.