Vaccino AstraZeneca, apertura anche agli over 55 ma c’è qualche riserva

L’Agenzia Italiana del Farmaco esprime una opinione ufficiale sul vaccino AstraZeneca. riguarda la fascia di popolazione a cui destinarlo.

vaccino AstraZeneca Aifa over 55
Le indicazioni dell’Aifa sul vaccino AstraZeneca anche per gli over 55 FOTO Getty Images

Il vaccino AstraZeneca andrebbe diffuso anche a chi ha almeno 55 anni di età e gode di buona salute. Lo fa sapere l’Aifa – Agenzia Italiana del Farmaco – la quale parla di un “utilizzo preferenziale” per quella fascia di popolazione per la quale si hanno a disposizione evidenze “maggiormente solide”. E cioè quella compresa tra i 18 ed i 55 anni.

Leggi anche –> Vaccino Lombardia, la Moratti: “Dal 24 via agli over 80”, come prenotarsi

“Ma anche nei soggetti con età superiore senza fattori di rischio il rapporto beneficio/rischio risulta favorevole”. Questa indicazione ha comunque bisogno dell’acquisizione ed analisi di ulteriori dati. Però quelli inerenti la immunogenicità attualmente noti hanno fatto maturare la convinzione che il vaccino AstaZeneca in particolare possa essere somministrato anche a chi è nato negli anni ’60 a ritroso. Anche i ritrovati di Pfizer e Moderna dispongono delle stesse autorizzazioni per l’utilizzo all’intera popolazione. Altri studi in materia di sicurezza sono comunque ancora in corso e non si esclude che possano sorgere delle differenze o delle preferenze particolari tra i tre vaccini attualmente a disposizione per contrastare la pandemia.

Leggi anche –> Piano vaccini, caos nella fase 2 fra ritardi e intoppi

Vaccino AstraZeneca, ma non solo: l’efficacia degli anticorpi monoclonali

La Commissione Aifa poi afferma che il vaccino AstraZeneca risulta comunque inferiore per efficacia ai vaccini che funzionano sul principio dell’RNA messaggero, per quanto concerne la riduzione percentuale di frequenza delle infezioni sintomatiche. Comunque il siero di AstraZeneca apporta degli effetti positivi in materia di contrasto alla diffusione del virus.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Covid oggi, l’ordinanza del sindaco: “Vietato ammalarsi”: il motivo

Sempre la Agenzia Italiana del Farmaco ha messo in calendario una serie di incontri nel corso di questa settimana. Ciò allo scopo di parlare della validità degli anticorpi monoclonali e dell’annesso ricorso ai farmaci che funzionano su questo principio. Osservazioni recenti riferiscono che essi avrebbero offerto un grande aiuto nei trattamenti di soggetti positivi non sottoposti a ricovero ospedaliero.