Si sveglia dopo 11 mesi di coma: non sa nulla del Covid, anche se l’ha avuto due volte

Si sveglia dopo mesi di coma, ma per lui è come se non esistesse la pandemia. Una storia dolce amara di un ragazzo che non conosce il Covid.

Quella che può sembrare una storia al limite del reale, è in realtà ciò che è successo a Joe Flavill.

Il 19enne era stato coinvolto in un incidente automobilistico all’inizio di marzo. Una grave tragedia che lo ha costretto in ospedale per quasi un anno. Ora la sua famiglia non sa come potrebbe reagire riguardo la pandemia.

Si sveglia dopo il coma: non è riuscito a sfuggire al virus

Flavill ha riportato gravi danni celebrali. In base alle ricostruzioni dei testimoni, il 19enne sarebbe stato investito da una macchina mentre camminava. Ad oggi, sta facendo molti progressi: ha aperto gli occhi, sorride e sta anche cominciando a muoversi un po’.

Leggi anche -> Kristian Ghedina choc: mamma morta sciando e lui finito in coma

“Non lo vedevamo così bene da tempo. Potrebbero sembrare dei progressi molto piccoli ma il fatto che riesca a battere il cinque all’infermiera è davvero un passo da gigante“. E’ così che sua zia, Sally Flavill-Smith ha commentato i suoi progressi. Nonostante i progressi, la famiglia è ancora incerta se il giovane capisca o meno la gravità della situazione.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

I traumi al cervello sono molto delicati e nessuno sa con precisione quali saranno gli effetti dell’incidente e del coma. Il ragazzo è stato ricoverato poco prima del primo lockdown. La pandemia ha limitato molto le visite e l’unica che l’ha potuto vedere continuativamente è sua madre.

Leggi anche -> 17enne muore di Covid: aveva sconfitto tre volte la leucemia

Un altro bagliore di speranza è la possibilità di poter portare il ragazzo a casa per il suo compleanno. Ovviamente la famiglia dovrà rispettare il  distanziamento sociale, ma prima di tutto dovranno spiegare tutte queste nuove regole a Joe. Nel frattempo, i suoi amici gli stanno organizzando una sorpresa speciale. Il 19enne avrebbe sempre voluto viaggiare in giro per il mondo durante il suo anno sabbatico, quindi chi gli è più vicino sta macinando i chilometri equivalenti a fare un giro intorno al mondo.