GameStop azioni, cosa sta succedendo di clamoroso a Wall Street

La situazione GameStop azioni sta sconvolgendo addirittura l’alta finanza di Wall Street. È in corso uno scontro alla Davide e Golia.

GameStop azioni short squeeze
GameStop azioni short squeeze Foto dal web

La vicenda GameStop azioni secondo molti esperti finanziari è destinata a fare scuola. La nota azienda leader nel settore della distribuzione di videogiochi e di merchandising a tema videoludico e non, ha visto le proprie quote azionarie schizzare alle stelle. Tutto questo senza un apparente motivo. Anzi, negli ultimi anni la società sta attraversando una situazione estremamente complicata, con grosse perdite registrate puntualmente nel corso dei recenti anni fiscali.

Leggi anche –> Epic Games, nuovo gioco in regalo disponibile sullo store

Quello che sta succedendo ora però ha stravolto le regole della finanza, studiate a beneficio esclusivo dei grandi investitori. I quali ora si trovano in grande difficoltà, con molti di loro che hanno perso letteralmente miliardi di dollari. Questo è avvenuto grazie al fronte comune sorto tra i ‘pesci piccoli’ contro l’alta finanza. In tanti, appartenenti alle più disparate classi sociali, si sono coalizzati su Reddit, una piazza virtuale di libero scambio di opinioni, per sconvolgere i piani consueti di un sistema capitalistico che è democratico solo sulla carta. Troviamo da una parte questi investitori privati, spesso privi anche della necessaria esperienza, e dall’altra grossi soggetti, hedge fund (compagnie assicurative e grossi enti privati) e speculatori, che intendono ridurre la volatilità del portafogli ed i rischi di mercato.

Leggi anche –> The Medium, l’erede spirituale di Silent Hill arriva in esclusiva su Xbox

GameStop azioni, la messa in pratica del cosiddetto ‘short selling’

Il caso delle azioni GameStop ha visto la messa in atto di una aggressiva strategia di mercato nota come short selling. Possiamo tradurla come ‘vendita allo scoperto’ ed il suo scopo è quello di causare un calo di prezzo di un titolo azionario, allo scopo di prendere in prestito tali azioni. L’investitore in questione prevede che le stesse caleranno di valore entro un determinato periodo e procede con la vendita di tali azioni prese in prestito da altri investitori, disponibili a pagarle per il loro prezzo di mercato.

Prima che queste azioni debbano essere restituite, colui che le ha prese in prestito scommette che il prezzo proseguirà nella sua discesa, con l’obiettivo di poterle poi acquistare al costo più basso possibile. Siccome le azioni GameStop erano in caduta libera da molto tempo, alcuni hedge fund hanno intravisto una opportunità di guadagno proprio attraverso lo short selling. Se non fosse però che i ‘pesci piccoli’ su Reddit si sono coalizzati, acquistando in massa le azioni dell’azienda di distribuzione videoludica.

Leggi anche –> Xbox Game Pass è un successo: 100 milioni di utenti su Xbox Live

La lotta tra piccoli e grandi investitori si espande

Una mossa imprevista che ha messo in difficoltà i colletti bianchi di Wall Street. E che ha causato loro delle perdite ingenti nel corso degli ultimi giorni, essendo dei venditori allo scoperto. Infatti il valore delle azioni GS non è calato ma anzi è più che decuplicato, arrivando anche al valore record di 500 dollari. Ed i ‘rivoluzionari’ stanno cercando di mettere i bastoni tra le ruote ai colossi della finanza cercando di fare lo stesso anche sulle quotazioni dell’Argento, di American Airlines e di BlackBerry. Solitamente lo short selling è una operazione che garantisce enormi introiti a chi ha abbastanza soldi da poter rischiare. Questo imprevisto però ha dato una lezione importante a questi soggetti che da sempre spadroneggiano nei mercati finanziari. E c’è chi è convinto che le autorità governative interverranno per dare loro una mano e ripristinare le consuete norme del capitalismo.

Gli squali di Wall Street divorati dal loro stesso gioco

Fatto sta che ora quest’ultimi si ritrovano impelagati in una situazione di short squeeze. Processo in cui sono i venditori delle azioni prese in prestito ad essere con l’acqua alla gola. Dal sito money si legge: Chiunque avesse preso in prestito delle azioni GameStop all’inizio dell’anno e le avesse vendute sul mercato per $18,84 avrebbe dovuto così trovare altri $301,16 per azione per riacquistarle e restituirle al proprietario. Poiché alcuni hedge fund avevano preso in prestito e venduto milioni di azioni GameStop, stiamo parlando di perdite enormi: questi hanno dovuto riacquistare le azioni per impedire che tali perdite aumentassero ancora.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Il riacquisto delle azioni ha aumentato la domanda, il che ha spinto il prezzo ancora più in alto”. C’è di buono che alcuni short seller, abituati ad approfittare delle aziende in difficoltà come GameStop, hanno annunciato un cambio nelle loro strategie finanziarie, scegliendo da ora in poi di investire solo su chi ha del potenziale di crescita. Fatto sta che tutto quanto accaduto adesso non era mai avvenuto in precedenza. Per la prima volta i piccoli investitori hanno messo in scacco quelli grandi, causando loro enormi perdite.