Simpson in lutto, morto a soli 57 anni lo sceneggiatore Marc Wilmore

Marc Wilmore, amatissimo e talentuoso sceneggiatore di tante serie tv, tra cui I Simpson, si è spento all’età di 57 anni dopo aver contratto il Covid. 

Il Coronavirus si è portato via tanti nomi e volti noti e amatissimi dello spettacolo. Oggi ha fatto un’altra vittimaMarc Wilmore, tra gli sceneggiatori più apprezzati e di talento delle serie tv d’animazione e non americane. Ha scritto alcuni tra i più memorabili episodi di colossi come “I Simpson“, ma anche più recentemente “F is for Family“, prodoto da Netflix, di cui è stato anche coproduttore e doppiatore e “In living color“, storico titolo anni ’90. Si è spento nella giornata del 30 gennaio 2021 all’età di 57 anni, dopo aver contratto il Covid.

Covid, morto lo sceneggiatore dei Simpson

Il mondo della serialità televisiva è in lutto per la tragica morte di Marc Wilmore, stimato e amato da tutti i suoi colleghi che hanno espresso cordoglio e dolore per la notizia del decesso, su tutti i social. Il suo innato talento gli aveva fatto anche vincere un Emmy per l’episodi dei Simpson, “Eternal Moonshine of the Simpson Mind” nel 2008. Wilmore era entrato nel team creativo dell’iconica serie animata durante la 13esima stagione e aveva fin da subito dimostrato la sua bravura.

Leggi anche–> Insediamento Biden, il clamoroso dettaglio che i Simpson avevano predetto

Moltissimi i messaggi di cordoglio e dolore da parte di colleghi su tutti i social. Michael Price, collega sceneggiatore con cui Marc ha lavorato spesso, ha scritto: “Un altro gigante che se n’è andato troppo presto. Ho avuto il privilegio di lavorare accanto a Marc in tre show, (“I Simpson”, “Pjs” e “F is for Family”), negli ultimi 23 anni e lui era sempre la persona più simpatica di tutti. Un uomo meraviglioso, è insostituibile. Riposa in pace, amico mio”. 

Leggi anche–> I Simpson, non un semplice cartone animato: quante previsioni in 31 anni

Anche Henry Gammil il produttore di “F is for Family“, l’irriverente serie animata Netflix a cui ha lavorato anche Marc, ha espresso un pensiero: “Sono devastato dalla perdita di Marc Wilmore. Era il mio preferito, pendevo dalle sue labbra. Era empatico oltre misura, senza contare che fosse sempre il più dannatamente simpatico.”

simpson