Napoli-Parma, Gattuso ne ha per tutti: anche per De Laurentiis

Rino Gattuso perde la pazienza e con la foga e la sincerità che gli sono proprie, sbotta nelle interviste dopo Napoli-Parma 2-0.

Napoli-Parma Gattuso interviste
Napoli-Parma Gattuso interviste FOTO Getty Images

Rino Gattuso non è affatto contento nonostante Napoli-Parma sia finita con un 2-0 in favore dei suoi. La partita, valevole per la 20/a giornata di campionato, è stata risolta dai gol di Elmas al 32′ e di Politano all’83’. Ma ‘Ringhio’ in sala stampa si mostra di cattivo umore. Colpa delle critiche eccessive ed ingiuste, a suo dire, rivoltegli in maniera eccessiva da parte di alcuni network locali oltre che dei tifosi.

Leggi anche –> Gattuso, cos’ha all’occhio e il motivo degli occhiali speciali

Lo sfogo di Gattuso viene però preceduto da un elogio ai suoi calciatori nell’immediato post-partita di Napoli-Parma. “Non avevo dubbi sul fatto che i miei ragazzi avrebbero saputo reagire al ko di Verona. Se la squadra non ti segue, in caso contrario, hai l’obbligo di farlo presente al presidente. A me la squadra è piaciuta e come ha saputo anche soffrire in certi episodi. Ci sta non essere sempre brillanti per tutti i 90′, alle mancanze si fa fronte con maturità e compattezza. Ed il Napoli lo è. Fermo restando che stiamo lavorando da tempo con delle criticità”. Gattuso cita la prolungata assenza dell’attaccante Victor Osimhen, assente ormai da novembre prima per un infortunio ad una spalla e poi per la positività al Covid. “Dove sarebbe l’Inter senza Lukaku e Lautaro Martinez?”.

Napoli-Parma, Gattuso: “Non capisco le offese sul mio conto”

Poi lo sfogo. L’ex centrocampista di Milan e Nazionale non nasconde tutta la sua amarezza: “Sto prendendo schiaffoni ogni giorno, manco fossimo gli ultimi della classifica. Non è affatto facile lavorare bene in queste condizioni. E questa inquietudine finisce tutta sulle spalle dei miei calciatori. Io non sto a perderci tempo, ma così non è giusto. E so bene che, se dovessi perdere altre due partite, le critiche ripartirebbero anche più ferocemente”. L’allenatore del Napoli non nasconde il proprio malcontento nei confronti del presidente De Laurentiis.

Leggi anche –> Sara Scaperrotta, Zaniolo è il passato: “Spendo così le mie energie” FOTO

“Deluso da De Laurentiis ma c’è comunque grande rispetto”

“Lo rispetto ma certe cose non mi sono piaciute. Ed un mese fa ho sentito troppe offese gratuite e voci sul mio conto, che col calcio non c’entrano. Penso che sentire insulti sulla mia pescheria o che sono in punto di morte e non posso più allenare non sia normale”. Quale sarà il futuro? Il campione del mondo a Germania 2006 afferma di sentirsi legato più da emozioni e sensazioni che dai contratti.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

“A me basta avere le condizioni giuste per lavorare. Poi se sbaglio io o se sbaglia il presidente non lo so. Io sto a mio agio quando sto coi miei giocatori, per il resto però no. Col De Laurentiis è andato sempre tutto a meraviglia ma le ultime tre settimane mi hanno portato l’amaro in bocca. La situazione è stata gestita male. Mi sono sempre comportato con correttezza”.