Nek si è tagliato la mano con una sega circolare: potrà ancora suonare?

Nek ha raccontato come abbia rischiato di perdere la funzionalità della mano tagliandosi con una sega circolare, potrà tornare a suonare?

Per la prima volta da quando è rimasto vittima di un incidente casalingo che poteva costargli molto caro, Nek ha raccontato cosa è successo quel giorno. Ospite di Silvia Toffanin a Verissimo, il cantante ha accettato di raccontare nel dettaglio l’incidente capitatogli nella sua casa di campagna mentre lavorava il legno con una sega circolare. L’artista ha spiegato: “Mi sono tagliato la mano con una sega circolare in un momento di distrazione”.

L’immediato e atroce dolore hanno accompagnato una sensazione di forte paura, che però Nek ha superato con determinazione. Dopo i primi istanti, il cantante ha pensato in modo lucido alle possibili evoluzioni dell’incidente ed ha valutato la mossa più conveniente da mettere in pratica: “Se fossi rimasto più del dovuto nella mia casa in campagna, in attesa dei soccorsi, nel peggiore dei casi sarei morto dissanguato, nel migliore avrei perso i sensi. Invece, ho avuto il sangue freddo di prendere l’auto e di guidare fino al pronto soccorso di Sassuolo”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nek si taglia la mano con una sega circolare: “Ho pianto diverse volte”

Data la gravità della ferita, i medici sono stato obbligati a sottoporlo ad una delicata operazione nel tentativo di salvare la piena funzionalità della mano: “Tutte le dita sono rimaste danneggiate ma, in particolare, l’anulare è quasi saltato via e il dito medio per metà, ma dopo oltre undici ore d’intervento sono riusciti a salvarmi la mano”. Adesso Nek sta svolgendo con meticolosità la riabilitazione, un percorso non semplice e sicuramente doloroso.

Leggi anche ->Nek, il dramma del cantante: “Ho rischiato di morire”

Davanti a Silvia Toffanin, l’artista ha ammesso di essere stato travolto in più di un’occasione dallo sconforto: “Mi sono lasciato andare più di una volta al pianto“. Il cantante parla in seguito della riabilitazione, sottolineando come il supporto della famiglia sia stato e sia necessario per non lasciare vincere lo sconforto: “Ho ancora dei momenti di sconforto…Se non avessi avuto vicino la mia famiglia sarei caduto in depressione”. Attualmente è ancora presto per dire quando potrà tornare a suonare la chitarra. L’esito dell’operazione, tuttavia, è stato eccellente e con tempo e dedizione Nek dovrebbe riuscire a recuperare la piena funzionalità della mano.

Leggi anche ->Nek ricoverato in ospedale per un incidente: quali sono le sue condizioni