Anna Turchetto, ex Uomini e Donne denuncia: “Lavoro perso, io discriminata”

Ex tronista di Uomini e Donne, Anna Turchetto, denuncia cosa le sarebbe accaduto: “Lavoro perso, io discriminata”.

(screenshot video)

Si sente discriminata ed è pronta a dare battaglia, perché sostiene che quel posto di lavoro le spetta. La protagonista di questa vicenda di supposta ingiustizia è Anna Turchetto, che diversi anni fa ha partecipato come tronista al dating show di Canale 5, ‘Uomini e Donne’. E che oggi denuncia di aver perso un posto pubblico.

Leggi anche –> Gemma disperata: cosa è accaduto con Maurizio Guerci

Secondo la donna, infatti, il posto da messo comunale a Vittorio Veneto le spetterebbe di diritto avendo vinto un concorso. Ma prima di prendere servizio ha scoperto di essere stata scaricata perché il Comune avrebbe scoperto un errore della commissione. Lei vuole ottenere le sue ragioni e per questo promette di ricorrere alle vie legali.

Leggi anche –> Uomini e Donne, dove vive Maurizio Guerci? Alla scoperta della sua città

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La denuncia di Anna Turchetto: cosa è accaduto all’ex tronista di Uomini e Donne

Stando alla sua ricostruzione, a settembre 2020 Anna Turchetto avrebbe partecipato a un concorso per l’assunzione a tempo pieno e con contratto a tempo indeterminato nel Comune di Vittorio Veneto. Sostiene di averlo vinto e che avrebbe dovuto prendere servizio già il mese successivo. Ma un presunto “errore insuperabile” avrebbe bloccato tutto. Lei si sfoga così, nella sua denuncia ai quotidiani locali: “Forse ‘punita’ per le foto sexy”.

Il suo riferimento è ad alcune foto sensuali che circolano in Rete e che la vedono ritratta. Foto che, secondo l’ex tronista, non sarebbero ritenute adatte a un possibile ruolo di messo comunale. Per la donna, dunque, ci sarebbe odore di discriminazione e Anna Turchetto non nasconde di essere molto preoccupata per quanto accaduto. Anche per questo si rivolge a un legale e trova anche il sostegno di un politico locale in questa battaglia. Per ora, dal comune coinvolto, nessun commento sulla vicenda.

Gestione cookie