Ballando con le Stelle, Alessandra Tripoli racconta il dramma del parto

La ballerina di Ballando con le Stelle, Alessandra Tripoli, è diventata mamma e ha raccontato le difficoltà del suo parto in Cina. 

La ballerina di “Ballando con le Stelle“, Alessandra Tripoli, è diventata mamma lo scorso 11 gennaio del piccolo Liam. Il bambino è nato dall’amore della ballerina con il collega Luca Urso.

Alessandra Tripoli non ha potuto partecipare all’ultima edizione del varietà di Milly Carlucci, proprio perché in attesa del suo primo figlio. Qualche anno fa invece aveva vinto assieme all’attore Cesare Bocci. La ballerina fa da spola tra l’Italia e la Cina da molto tempo, in quanto insieme al marito gestisce alcune scuole di danza ad Hong Kong. A causa della pandemia, però, la situazione si è aggravata e la ballerina ha dovuto trascorrere un momento così difficile come il parto. Suo marito, Luca Urso, non ha potuto assistere alla nascita del piccolo Liam, in quanto ai papà non è permesso entrare in sala parto.

LEGGI ANCHE -> Gilles Rocca compie 38 anni: cosa fa oggi dopo Ballando con le Stelle

LEGGI ANCHE -> Alessandra Mussolini, addio alla politica dopo Ballando con le Stelle

Alessandra Tripoli e le difficoltà del parto

Il settimanale DiPiù ha dedicato la copertina dell’ultimo numero ad Alessandra Tripoli, che ha rivelato di aver avuto delle difficoltà durante il parto. Il piccolo Liam era molto lungo e non riusciva a scendere da solo, inoltre la ballerina non era abbastanza dilatata e non le si erano rotte le acque. A causa dei dolori fortissimi, la ballerina ha dovuto ricorrere all’epidurale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

L’anestesia aveva purtroppo coinvolto anche la parte superiore del mio corpo e quindi c’era il rischio che io potessi avere difficoltà respiratorie. Tanto che è stato necessario darmi l’ossigeno. Inoltre, la cosa più grave, il battito di Liam iniziava a decelerare“, ha raccontato Alessandra Tripoli. I medici sono dovuti ricorrere all’ossitocina per evitarle il cesareo d’urgenza e la ballerina ha dovuto utilizzare tutta la sua forza per evitare al bambino ulteriori sofferenze. La Tripoli avrebbe voluto partorire in Italia ma a causa dell’epidemia da Coronavirus non ha potuto. Per il battesimo del bambino, però, la coppia spera di poterlo fare in Sicilia, nel Paese d’origine della coppia, Misilmeri.