Crisanti, annuncio choc: almeno due anni per toglierci le mascherine

Il professore di microbiologia dell’Università di Padova, il virologo Andrea Crisanti, è tornato a parlare dell’utilizzo della mascherina

Crisanti mascherine

L’emergenza Coronavirus è ancora molto presente sul territorio italiano e nel resto del mondo. E così, in base alle nuove varianti del Covid, sarà molto difficile raggiungere l’immunità di gregge nel breve tempo. Durante PiazzaPulita ai microfoni di Corrado Formigli è tornato a parlare il virologo Andrea Crisanti, professore di microbiologia dell’Università di Padova. La sua previsione è davvero dura svelando che, nonostante ci siano i vaccini, bisognerà convivere con le mascherine ancora per un anno e mezzo.

Leggi anche –> Estate 2021, Crisanti ha le idee chiare: “Sarà diverso dal 2020”

Leggi anche –> Variante inglese, Crisanti: “Più contagiosa, serve lockdown totale” VIDEO

Crisanti, la sua previsione sulle mascherine e sull’immunità di gregge

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’immunità di gregge dipenderà dal valore R0 e così per raggiungerla bisogna arrivare a vaccinare il 75-80% della popolazione: questo è il pensiero del professor di microbiologia dell’Università di Padova.  Poi ha aggiunto durante PiazzaPulita il suo punto di vista: “L’Inghilterra sta vedendo una grande quantità di decessi, che prima non vedeva”. Crisanti, poi, ha aggiunto: “Il numero dei contagi dipende da come li misuriamo. I tamponi rapidi stanno creando una tranquillità apparente”. Inoltre, l’utilizzo della mascherina sarà importante per altri due anni o un anno e mezzo visto che al momento non si sa con certezza se i vaccinati siano o meno capaci di trasmettere il virus. Infine, Crisanti ha rivelato: “Ci dimentichiamo il passato della nostra Italia. Per tutti i governi la priorità è stato il controllo delle malattie trasmissibili, come malaria e tifo, perché non c’era attività economica con queste malattie”.

Crisanti