Alberto Bartozzi, chi è il secchione de La Pupa e il Secchione e viceversa

Alberto Bartozzi è uno dei protagonisti della nuova edizione de La Pupa e il Secchione e viceversa, scopriamo chi è e cosa fa.

Uno dei personaggi più interessanti de La Pupa e il Secchione e viceversa è sicuramente Alberto Bartozzi, 29enne di Senigallia esperto di logica. La sua storia accademica, infatti, è decisamente insolita, così come le motivazioni che l’hanno spinto a cercare una strada al di fuori dell’università. Nel 2014 si presenta al test di Medicina e ottiene un buon risultato. Dopo i primi scorrimenti viene selezionato, ma lui rifiuta di entrare all’università. Lo stesso capita l’anno successivo, passa il test, viene selezionato ma declina gentilmente l’ingresso universitario.

Appassionato di logica sin da quando era bambino, Alberto ha deciso di fondare il blog LogicaTest. Adesso va in giro per l’Italia a fare conferenze e formare il futuri dottori, aiutandoli a superare il test di Medicina. Prima di aprire il blog è stato per un breve periodo giornalista, salvo poi decidere che anche quella professione non era adatta a lui. Il suo profilo Instagram è seguito da 13mila persone, non male per uno che si presenta come “secchione”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Alberto Bartozzi, chi è il protagonista de La Pupa e il Secchione

Le poche informazioni sulla vita di Alberto le trovate sul suo blog, in cui spiega come gli è venuta l’idea di un blog tematico sulla logica partendo proprio dai due test di Medicina superati. Il giovane spiega di averli passati, ma non indugia in auto-incensamenti: “Mi chiamo Alberto Bartozzi, non sono un medico e non studio medicina anche se ho superato il test d’ammissione sia nel 2014 che nel 2015, rinunciando poi già dai primi scorrimenti. Il mio punteggio non è mai stato ‘strabiliante’ ma sono sempre stato nel limbo di quelli che aspettano con gli scorrimenti”.

Leggi anche ->La pupa e il secchione, anticipazioni e novità della puntata del 28 gennaio

Successivamente Bartozzi spiega il motivo di questi risultati non strabilianti: “ho sempre fatto molti punti in logica (25,4 nel 2014 e 22,8 nel 2015) e pochissimi nelle materie scientifiche. Sono allergico a sistemi, funzioni, disequazioni e a tutta la matematica complessa: odio quando le lettere si mischiano ai numeri e l’unica ‘x’ che uso è quella per le proporzioni”. L’allergia alla matematica complessa l’ha invogliato a cercare una soluzione logica e per caso ha inventato il metodo “Cazzone“(ci tiene che la ‘C’ sia maiuscola). Sul metodo aggiunge: “Grazie a questo Metodo tutto si riconduce ad operazioni semplici, il più, il meno, il per ed il diviso, tutte cose che dovreste conoscere già dalla terza elementare”.

Leggi anche ->La Pupa e il Secchione, chi è Andrea De Santis: età, foto e curiosità