Matilde Ciarlante, chi è la donna arrestata a Roma: era tra i latitanti più pericolosi

Tra i 100 latitanti più pericolosi del nostro Paese, Matilde Ciarlante è stata arrestata ieri a Roma dalla Guardia di Finanza. Ecco chi è la donna.

La Guardia di Finanza di Roma nella giornata di ieri 26 gennaio, ha arrestato una dei 100 latitanti più pericolosi e ricercati in Italia: Matilde Ciarlante. La criminale andava in giro per la capitale come una libera cittadina qualsiasi ed è stata fermata dalle Forze dell’Ordine nel quartiere Prati. Al momento, dopo l’arresto e il processo per direttissima, si trova nel Carcere di Rebibbia. Ecco chi è la Ciarlante e perché era ricercata da anni.

Matilde Ciarlante, chi è la latitante arrestata

La Ciarlante, oggi 67 anni, era ricercata dalla Polizia dal 2014 e in 7 anni è riuscita a sfuggire a due esecuzioni di pena: la prima, nel 2014, emessa dalla Procura di Roma e la seconda, tre anni dopo, dalla Procura di Napoli. Ad oggi, finalmente la Guardia di Finanza l’ha arrestata e la donna dovrà scontare le sue due pene: 6 anni e 10 mesi per impiego di denaro illecito e 4 anni e 5 mesi di reclusione per associazione mafiosa.

Leggi anche–> Aggressione in carcere | boss stacca a morsi dito ad agente e lo ingoia

Matilde era la moglie di un affiliato della Nuova Camorra OrganizzataGiuseppe Cillai, deceduto tanti anni fa, nel 2002. Cillai era affiliato dell’organizzazione criminale guidata dal famigerato Raffaele Cutolo, avvicinandosi poi al boss Pasquale Galasso e infine alleato del “cassiere” della Banda della MaglianaEnrico Nicoletti. Le cose per i coniugi Cillai si sono messe male quando Galasso è diventato collaboratore di giustizia e ha fatto i loro nomi.

Leggi anche–> Inchiesta business farmaci della ‘ndrangheta: le accuse ai danni di Tallini

In seguito alle dichiarazioni del pentito, il Gico del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria ha avviato un’indagine su Matilde Ciarlante che ha portato al suo arresto ieri nella Capitale, da parte della Guardia di Finanza.

falsa invalida