Barbara D’Urso, nostalgia di Can Yaman: ecco il suo desiderio proibito

Oltre ad aver fatto perdere la testa a Diletta Leotta, a quanto pare Can Yaman ha anche lasciato un segno profondo su Barbara D’Urso. Ecco cosa scrive la conduttrice su Instagram.

E’ passato solo qualche mese, eppure a ripensare al tempo in cui era possibile stare vicini e sfiorarsi senza mascherine e compagnia bella sembra trascorsa una vita. Lo sa bene anche Barbara D’Urso: nel suo ultimo post sui social la popolare conduttrice confessa di aver nostalgia di qualcosa di molto semplice ma che oggi, purtroppo, è (ancora) proibito.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Cosa rimpiange Barbara D’Urso?

“Quando non esisteva il distanziamento 😜 #canyaman #noneladurso #colcuore❤️“. Così scrive Barbara D’Urso nel suo ultimo post su Instagram, dove pubblica una foto di lei insieme al bell’attore, ora sentimentalmente legato a Diletta Leotta. Eccoli vicinissimi, senza mascherina, quando Covid e Coronavirus (con tutti i loro annessi e connessi) erano ancora parole sconosciute o quasi.

Leggi anche –> Imbarazzo in studio per Barbara D’Urso: Giovanni Ciacci senza peli sulla lingua

Ovviamente il pubblico virtuale di Barbara D’Urso non si è lasciato sfuggire una seconda chiave di lettura, decisamente più maliziosa, tornando a rimproverare la conduttrice per un uso un po’ troppo disinvolto (così dicono) di filtri e “correttivi” vari. “Quando non esisteva la Leotta 😂😂😂” commenta sarcastico un utente. “Più che Barbara e Can, Barbie e Ken…lui non si riconosce 😂” aggiunge subito un altro. E un altro ancora gira il dito nella piaga: “Da notare i filtri della Durso 🤣 Yaman irriconoscibile”. O peggio ancora: Beh dalla faccia di lui si deduce che preferiva il distanziamento fatto sta che dopo esser venuto da te non ci vuole più tornare”.

Leggi anche –> Barbara D’Urso, il bacio “scandalo”: si scatenano i commenti