Avete mai visto la figlia di Serena Dandini? Tutto su Adele Tulli, 39 anni

Adele Tulli, figlia di Serena Dandini, è una giovane regista e documentarista. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lei. 

Adele Tulli, 39enne figlia di Serena Dandini, discendente da un’antica famiglia della nobiltà romana, è una brillante regista e documentarista, famosa per le sue battaglie pro-movimento LGBT. Conosciamola più da vicino.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

L’identikit di Adele Tulli

Adele Tulli, classe 1982, è nata a Roma e vive tra Londra e la Città Eterna. Ha studiato Screen Documentary presso la Goldsmiths University of London e ha conseguito un dottorato teorico-pratico in cinema alla Roehampton University. Nel 2011 ha realizzato il suo primo documentario, 365 Without 377 prodotto da Ivan Cotroneo che ha vinto, tra gli altri, il premio per il Miglior Documentario al Torino GLFF 2011. Esibito in numerosi festival internazionali e acquisito da svariate emittenti TV (come Globosat – Brasil, OutTV – Netherlands, Together TV – UK), il film racconta le lotte della comunità gay indiana. Il secondo film, Rebel Menopause (2014), è il ritratto intimo dell’attivista ultraottantenne Thérèse Clerc, vincitore del IAWRT 2015 International Award e di altri premi come Miglior Documentario al Torino GLFF 2015.

Leggi anche –> Serena Dandini, chi è il marito Lele Marchitelli: è un grande musicista

Normal (2019), prodotto da Rai Cinema, Istituto Luce e AAMOD e vincitore del prestigioso premio per progetti in sviluppo Eurimages Lab Project Award (Karlovy Vary International Film Festival 2018), ha debuttato nella preziosa sezione Panorama della Berlinale e girato nei più importanti festival di cinema internazionali. Documentario fuori dagli schemi, originale e audace, Normal è un viaggio inaspettato tra le norme, gli stereotipi, le convenzioni di genere nell’Italia di oggi. Distribuito nelle sale in Italia da Istituto Luce, in Germania da Missing Films, in UK da ICA Distribution, è stato accolto con entusiasmo da pubblico e critica e ha già ricevuto numerosi premi, tra cui quelli come Miglior Documentario al Molise Cinema, Miglior Film al Queer Lisboa, Miglior Montaggio al Valdarno Cinema Film Festival.

Leggi anche –> Diego Bianchi, chi è: età, vita privata, carriera di “Zoro”

I film di Adele Tulli sono stati selezionati e premiati in numerosi festival, tra cui: Berlinale Panorama (Germania), CPH/DOX (Danimarca), Sheffield Doc/Fest (UK), Thessaloníki Intenational Film Festival (Greece), Sarajevo Film Festival (Bosnia-Erzegovina), Frames of Representation (UK), Bogotà International Film Festival (Colombia), Guadalajara International Film Festival (Messico), Taipei Film Festival (Taiwan), Frameline/San Francisco (USA), Annecy Cinéma Italien (France), NewFest/NY (USA), Films de Femmes/Creteil (Francia), Turin GLBT Film Festival, (Italia), Watch Docs (Polonia), Queer Lisboa (Portogallo).