Varianti Covid: Francia e Germania vogliono chiudere i voli

Varianti Covid e controlli alle frontiere interne: l’Europa si divide: Macron e Merkel chiedono restrizioni

Macron – foto viagginews

Le varianti Covid-19 sono al centro del dibattito in seno all’Unione Europea. Quella inglese, che è la più temuta al momento, si è diffusa già in sessanta paesi. Nel Regno Unito nelle ultime 24 ore ci sono stati 1800 morti. La variante sta incidendo sulla pandemia. Merkel e Macron insistono ma Bruxelles prende tempo e non condivide, al momento, restrizioni sui voli internazionali: una decisione dovrebbe arrivare dal prossimo vertice Ue. Londra, intanto, colpita dalla variante, non esclude il prolungamento del lockdown fino allʼestate. Intanto Angela Merkel invita i paesi membri ad avere un approccio coordinato nella lotta alla pandemia: “Se i Paesi dovessero percorrere strade completamente diverse, cosa che al momento non vedo, ma può accadere, allora bisognerà essere pronti a misure estreme e dire: dobbiamo reintrodurre i controlli alle frontiere“.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Varianti Covid, Germania e Francia vogliono chiudere le frontiere

Non si è fatta attendere intanto la risposta dell’esecutivo dell’Ue all’ipotesi paventata da Germania e sostenuta dalla Francia, di restrizioni nella circolazione dei voli: “Occorre un miglior coordinamento per le misure anti-Covid legate ai viaggi. Qualsiasi restrizione della libertà di movimento deve essere proporzionata e non discriminatoria. La chiusura a tappeto delle frontiere non ha senso”. La Francia sostiene la Germania perchè si stanno verificando focolai isolati e sparsi nel territorio transalpino. Intanto, per l’Italia, Miozzo del cts ha affermato che limitare la circolazione tra i paesi membri può essere una buona idea ma difficilmente realizzabile.

Leggi anche > Covid, gli aeroporti usano i cani

Intanto nel Regno Unito, pesantemente colpito dalla variante, non escludono del tutto un prolungamento del lockdown fino all’estate. Per ora è troppo presto, ha affermato il premier inglese Johnson, ma non ha escluso totalmente la possibilità di tenere chiuso il Regno Unito ancora per molti mesi.

Leggi anche > Governo, in arrivo Decreto Ristori 5

Qual è la compagnia aerea più puntuale
Alitalia – Pixabay