Ragazzina in coma etilico, dopo gara di bevute con coetanea 14enne

Una assurda sfida a chi avrebbe tracannato la maggiore quantità di alcolici porta una ragazzina in coma etilico, ora è gravissima in ospedale.

ragazzina in coma etilico
A Roma ragazzina in coma etilico a 14 anni dopo una gara due bevute Foto dal web

Una ragazzina in coma etilico. È il risultato di una gara di bevute di una 14enne con una sua coetanea, che si è svolta in un parco di Villa Carpegna all’Aurelio, a Roma. Le due si sono appartate in una zona isolata iniziando a bere di tutto e di più. E hanno mandato giù almeno due bottiglie di vodka, accompagnando i superalcolici con del succo di frutta.

Leggi anche –> Bambino prende droga, papà lascia cocaina sul divano poi il dramma

Come residuo della loro assurda bravata i soccorritori hanno trovato bottiglie vuote, cartoni e bicchieri di plastica sparsi un pò intorno. La ragazzina in coma etilico risulta attualmente ricoverata a policlinico Gemelli. Non risulta essere fuori pericolo ed il personale medico che la sta monitorando con attenzioni costanti teme che possa avere subito dei danni importanti. La sua amica ha avvertito il 118 con il cellulare, dopo avere visto l’adolescente crollare di colpo e dopo avere tracannato tutto quello che avevano con loro. Mentre un’ambulanza ha portato via quest’ultima, verso le ore 19:30 di domenica 17 gennaio 2021, l’altra ha dovuto rispondere alle domande degli inquirenti in commissariato, per poi tornare a casa.

Leggi anche –> Sigaretta elettronica esplode, uomo ustionato mentre sta passeggiando

Ragazzina in coma etilico, indagano gli investigatori

Le forze dell’ordine sono al lavoro per stabilire se con le due minorenni ci fossero altre persone, maggiorenni in particolare. E dove le due abbiano acquistato i superalcolici, tra un negozio specializzato od uno dei tanti supermercati della zona. In tal caso eventuali soggetti di maggiore età rischierebbero grosso.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Subisce stupro due volte, 22enne violentata mentre acquista droga

Come minimo una denuncia per lesioni personali. E magari anche una omissione di soccorso, dal momento che le due 14enne erano rimaste sole. Le risposte dell’altra ragazzina non avrebbero fugato questi dubbi. Intanto sono state disposte anche delle analisi tossicologiche per la eventuale conferma o smentita anche di sostanze stupefacenti da parte delle due adolescenti.