Mediaset ha deciso: il programma di Cesare Bocci verrà cancellato

Mediaset ha deciso: il programma culturale condotto dall’attore maceratese Cesare Bocci, che nella prima stagione aveva avuto tanto successo, è stato sospeso.

Cesare Bocci

Cesare Bocci, molto amato dal pubblico, ultimamente è conosciuto grazie al grande successo della serie televisiva “I fratelli Caputo”, dove l’attore interpreta Alberto Caputo, uno dei due protagonisti, accanto al collega Nino Frassica. Aldilà della recitazione, però, nel 2019 l’uomo ha voluto cimentarsi in una nuova sfida, iniziando a condurre un programma culturale che nella prima edizione ha riscosso un grande interesse.

Un viaggio da sei puntate che non ha conquistato il pubblico

La seconda stagione di “Viaggio nella grande bellezza”, in onda dal 29 dicembre, prevedeva sei puntate, ognuna riguardante un luogo italiano e le sue bellezze artistiche e culturali. La prima puntata “Nativity: il Natale nell’arte” ha avuto però solo il 7,9% di share, contro il 12,4% dell’unica puntata della prima stagione (dedicata alle bellezze e ai misteri del Vaticano). Bocci racconta dell’infanzia di Gesù Cristo così come è stata rappresentata dai dipinti trovati nelle prime catacombe romane alle opere di Caravaggio – descrivendo anche la varietà dei presepi napoletani.

Leggi anche -> Stasera in tv – Viaggio nella Grande Bellezza, speciale Vaticano: anteprima

Il secondo episodio, tra le tante città, si è concentrato su Venezia: la novità di questa puntata sta nell’utilizzo dei droni, grazie alla quale il programma ha potuto inquadrare dettagli interessanti della città.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lo share della terza puntata, nonostante gli sforzi, è stato solo dell’8,4%: non un grande risultato per l’episodio che doveva risollevare le sorti dell’intera serie. Domani (martedì 19 gennaio) andrà quindi in onda la quarta ed ultima puntata, come scrive sul suo sito Davide Maggio. Questa sarà incentrata su Firenze, Milano e la vita e le opere di Leonardo da Vinci. Rimarranno fuori puntate che dovevano concentrarsi su Torino e sull’affascinante (quanto misterioso) Medioevo. La speranza di Bocci sembra essere che la quarta puntata attiri così tanto l’attenzione del pubblico da convincere Mediaset a rivalutare l’intera stagione, così da poter arrivare almeno a concludere questo viaggio nella storia.

Leggi anche -> Cesare Bocci, la verità su Montalbano: “Vorrei lasciare un buon ricordo…”

Cesare Bocci